A1 F & B M – Gli impegni del Cosenza

A1 Femminile

Ha iniziato a vincere la prima gara cruciale dell'anno contro Milano, ora serve il bis a distanza di 15 giorni per spingere lontano paure e spettri play out. Marco Capanna non fa calcoli, e guiderà il Città di Cosenza nella gara più delicata della stagione. La trasferta di Bologna rappresenta uno snodo fondamentale del torneo, e i conteggi all'allenatore non servono. C'è bisogno solo di un successo e non importa la qualità del gioco ma i tre punti, fondamentali a tre giornate dal termine della stagione regolare. I numeri però hanno un senso, e calendario e classifica danno le prime indicazioni. Con Pescara ad un passo dal baratro della retrocessione diretta, sono tre le squadre a battagliare per evitare i playout. Cosenza e Rapallo al momento sono appaiate a quota 11 punti, mentre Bologna è un gradino avanti. Ancora a rischio è Milano, che con 15 punti ha necessità di trovare qualche risultato positivo per chiudere anticipatamente la pratica. Con un successo nella gara di domani, a conti fatti, Cosenza scavalcherebbe Bologna, e potrebbe sperare in una vittoria di Milano sul Rapallo per trovarsi momentaneamente salva e giocarsi tutto nella prossima settimana proprio in casa delle liguri. Se Cosenza ha bisogno di un successo, anche Milano infatti dovrà battagliare con Rapallo. Le lombare chiuderanno il campionato contro Catania e Messina in due gare proibitive, e, proprio per questo, il turno di domani sarà fondamentale per tutte le squadre impegnate nella corsa per non retrocedere. Calcoli freddamente numerici, ma terminato il giochino su "chi butti dalla torre" la sensazione è che Cosenza arrivi bene al rush finale. Il successo a Milano ha dato riscontri favorevoli, lo stato fisico del gruppo è soddisfacente e il recupero di Citino innesca un'altra freccia nell'arco di Capanna. La gara, da dentro o fuori, inizierà alle ore 15 alla piscina Longo. A dirigerla saranno i signori Calabrò e Collantoni.

B Maschile

Turno ostico per il Cosenza Nuoto, pronto a riceverà la visita del CUS Messina. Il momento in casa silana non è dei migliori, per via di una serie di risultati non troppo positivi. I numeri lasciano però tranquilla la squadra di Perez e le prestazioni positive regalano serenità. Questi dati però, non hanno portato risultati positivi in termini di punti nelle ultime gare e l'allenatore ha lavorato per trasformare gli sforzi in allenamento di un gruppo giovane, in fieno da mettere alla cascina della classifica. La stagione è di crescita e transizione, e le gare disputate fino ad ora hanno comunque regalato spunti interessanti. Contro l'esperto Cus però, arriva una gara delicata. I peloritani hanno dalla loro parte qualità ed esperienza, e Cosenza invece due assenze molto pesanti. Perez dovrà infatti fare solo da allenatore per via della squalifica rimediata nell'ultimo turno, e insieme a lui mancherà anche Capanna, impegnato da allenatore con la squadra femminile. Mancheranno due cardini fondamentali, ma in passato i giovani cosentini hanno dimostrato di sapersela cavare e di essere capaci di esaltarsi nelle situazioni più difficili. Di sicuro non mancherà lo spettacolo alla piscina comunale di Cosenza. La gara delle ore 15 sarà diretta dal signor Buonpensiero.

Print Friendly, PDF & Email