A1 F – Città di Cosenza vittoria pesante a Milano

Kally Milano – Città di Cosenza 8-13 (2-2, 1-4, 3-4, 2-3)

KALLY NC MILANO: Nigro, Apilongo, Crudele 1, Gitto, Ranalli 1, Fisco, Menczinger 3, Zerbone 1, Cordaro 1, Crevier 1, Magni, Repetto, Rosanna. All. Diblasio

COSENZA PALLANUOTO: Gorlero, Citino 4, Gallo, De Mari, Motta 3, Nistico’ 1, Kuzina 3, Nicolai 1, Di Claudio, Presta 1, Motta, De Cuia, Sena. All. Capanna

Arbitri: D. Bianco e Lo Dico

Note: Nella NC Milano cambio di portiere all’inizio del terzo tempo: Rosanna sostituisce Nigro. Superiorità numeriche: Milano 1/12 e Cosenza 6/9. Spettatori 400 circa

Grinta, qualità e voglia di portare a casa il successo. Il Città di Cosenza mette in mostra le sue armi a Milano e strappa alla Kally una vittoria meritatissima con un netto 8-13. Le ragazze di Capanna hanno messo subito la propria impronta sulla gara, gestita con cattiveria agonistica, con consapevolezza dei propri mezzi e intelligenza tattica. Era questo che chiedeva mister Capanna alla vigilia, e la sua squadra lo ha accontentato con la migliore partita in campionato di questa stagione. Le rossoblu hanno infatti sconfitto una squadra che viaggia al quarto posto in graduatoria, e lo hanno fatto in una gara mai in discussione. Citino ha dominato al centro, le sorelle Motta e Kuzina hanno messo in difficoltà la difesa lombarda e in generale tutta la squadra ha costantemente creato scompiglio dalle parti della cosentina doc Nigro, portiere di Milano. Dall’altra parte invece Gorlero ha dato solidità ad una squadra motivata che oggi ha finalmente dimostrato un grande passo in avanti. La ciliegina sulla torta è la prima rete in Serie A di Federica Nisticó, che da un giorno esatto ha festeggiato i 18 anni. Ne viene fuori pertanto una vittoria netta per le rossoblu che rosicchiano punti e allontanano le inseguitrici. La cronaca: Primo tempo equilibrato e botta e risposta con le sue splendide reti di Silvia Motta e Nicolai per Cosenza e il doppio pari meneghino griffato Zerbone e Ranalli. Nel secondo tempo le calabresi graffiano. Doppietta di Citino, oggi in gran spolvero, Nisticó e ancora Motta fanno poker e piazzano il break decisivo. Nel terzo tempo si accende Menczinger ma risponde Kuzina e Cosenza allunga. Nel quarto si mette in mostra ancora Citino e Cosenza fa gestione, con serenità e consapevolezza della sua forza.

È vittoria, dedicata da Capanna al suo presidente. “Il mio pensiero va a lui, perché conosco gli sforzi e la passione che ci mette. Poi devo dire brave alle mie ragazze, capaci oggi di aggredire la gara, di gestirla senza confusione e con personalità. È un bel successo, ce lo godiamo e meritiamo, consapevoli che prepareremo la gara con il Rapallo fino all’ultima goccia di sudore. Volevo un salto di qualità e lo ho visto, ora servono conferme”.

 

Cosenza Nuoto

Print Friendly, PDF & Email