A1 F – Kally NC Milano all’esordio in campionato

Sabato alla Cozzi ospiterà la Rari Nantes Florentia

A presentare la sfida l’allenatore Leonardo Binchi intervistato da Andrea Colnago

Dopo aver centrato il primo obiettivo stagionale, le Final Six di Coppa Italia, il Kally NC Milano è pronto per l’esordio in campionato, in programma sabato 13 ottobre alle 15. La piscina Cozzi, campo di casa della squadra milanese, ospiterà il primo incontro della stagione contro la Rari Nantes Florentia.

Quello del Nuoto Club Milano è un progetto davvero ambizioso, la società fa davvero sul serio, e ha deciso di pensare in grande, rinnovando quasi totalmente la formazione, composta da molti nuovi volti, tutti giovanissimi, ben affiancati da atlete di esperienza. Ma la vera novità e la marcia in più per far decollare questo proposito è rappresentata dal nuovo allenatore, Leonardo Binchi, perno essenziale di questa squadra. Il coach, difensore del settebello con alle spalle tre Olimpiadi e diverse medaglie in campo internazionale, è la prova che l’ambizione c’è ed è concreta, e che il sogno può realizzarsi solo con il lavoro, la determinazione e l’impegno da parte di tutti.

Coach, il NC Milano ha pensato a Leonardo Binchi come nuovo allenatore. Cosa l’ha colpita di Milano?

Questa è per me un’avventura nuova, prima d’ora non avevo mai pensato ad una panchina femminile e devo dire che sono molto curioso e felice. Quando il presidente Walter Vicenovich mi ha illustrato il progetto, l’ho trovato molto allettante. Uscire dalla comfort zone per me è un grande stimolo e una bella avventura. Le nuove esperienze mi danno una grande motivazione, sono convinto che sia indispensabile mettersi sempre alla prova.
E Milano è una bella piazza che, se sfruttata al massimo con proposte serie e ben strutturare, può realmente dare soddisfazione.

Finale scudetto nel giro di tre anni, questo è l’obiettivo che la società si è prefissata. È fattibile? 

Bisogna sempre inseguire ì propri sogni, le ambizioni sono essenziali. È indispensabile darsi degli obiettivi sempre più alti, alzare l’asticella e provare ogni volta a superarsi. Lo sport, come la vita, ha bisogno di tutto questo, altrimenti si perde il gusto e tutto diventa grigio.
È chiaro, al momento le squadre favorite sono Catania, Padova, Rapallo e Roma.
Noi partiamo come una squadra giovane e in un ambiente ai primi anni nella massima serie. Io poi sono all’esordio in campo femminile.
Detto questo, sicuramente c’è grande curiosità e voglia di fare bene. Noi per prima cosa dobbiamo pensare a crescere giorno dopo giorno, e lavorando sodo, con impegno, serietà e determinazione possiamo fare davvero belle cose.

Che squadra siete?

Siamo una squadra composta da ragazze giovanissime, con qualche giocatrice esperta ma comunque molto giovane (parliamo di ragazze del 1992-1993). È un gruppo oserei dire sfacciato e audace, ovviamente in senso positivo. Ho visto tanta voglia di allenarsi, di mettersi in gioco senza paura, caratteristiche essenziali, ma soprattutto molto rispetto per i ruoli e verso gli altri.

Dopo aver centrato le Final Six di Coppa Italia, sabato c’è l’esordio in campionato. Che partita sarà?

La Rari Nantes Florentia è una squadra quadrata e coperta in tutti i ruoli, composta da atlete con una certa esperienza e giovani davvero interessanti. L’allenatore, Andrea Sellaroli, è conosciuto nell’ambiente e ha sempre fatto molto bene.
Per noi sarà la prima partita di campionato, e romperemo subito il ghiaccio in casa, alla Cozzi, davanti al nostro pubblico. Arriviamo ben preparate fisicamente, grazie all’ottimo lavoro fatto sia in palestra che in acqua. Sarà importante gestire la partita a livello emozionale e mentale, e incanalare le energie al meglio.
Dobbiamo trovare il giusto ritmo, il nostro deve essere un percorso che ci porta in due direzioni: lavorare per far crescere e migliorare ogni atleta individualmente, senza tralasciare però  l’amalgama e il gioco corale di squadra.

 

NC Milano

Print Friendly, PDF & Email