A1 F – Virginia Boero: “Non sottovalutiamo l’avversario”

Virginia Boero

Il girone di ritorno del Bogliasco Bene è iniziato nel migliore dei modi. Due vittorie consecutive, in casa nel derby con il Rapallo e a Roma contro la SIS terza forza del torneo, sono un bottino che le ragazze di Sinatra non erano ancora riuscite a collezionare in questa stagione. Un ottimo viatico per continuare quella risalita necessaria dopo una prima parte di torneo condizionata da troppi alti e bassi. Un’inversione di tendenza alla quale occorrerà dare continuità, come spiega Virginia Boero: “Il valore di queste due vittorie è sicuramente molto alto. Aldilà dei sei punti raccolti, adesso siamo più consapevoli delle nostre potenzialità e stiamo tirando fuori partita dopo partita il meglio che è in noi. La stagione è solo a metà e la strada da percorrere è ancora lunga ma stiamo lavorando bene e proseguendo su questa via non potremo che raccogliere altre soddisfazioni”.

A tal proposito la gara interna di sabato contro il Messina, ultimo in classifica, appare come la migliore delle opportunità per proseguire la striscia vincente. A patto però di non sottovalutare l’avversario e prendere sottogamba un impegno da affrontare con il massimo riguardo, evitando gli scivoloni già visti nel recente passato contro Florentia e Cosenza: “In partite come questa – sottolinea la numero 9 biancazzurra – il rischio di entrare in acqua poco concentrate e rilassate in effetti c’è. Sottovalutare l’avversario è l’errore più grosso che si possa commettere e noi questo sbaglio l’abbiamo già fatto, pagandolo ampiamente. Ma proprio alla luce di queste esperienze sono certa che questa volta sarà diverso. Scenderemo in vasca determinate e conscie di quello che dobbiamo fare”.

Aldilà di qualche battuta a vuoto, anche quest’anno le bogliaschine puntano dritto alla Final Six scudetto e hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per arrivarci: “Il primo obiettivo stagionale era quello di essere tra le prime quattro in Coppa Italia e di provare a giocarci il trofeo e l’abbiamo raggiunto, anche se nelle finali non siamo state troppe fortunate e avremmo potuto raccogliere qualche soddisfazione in più. Ora dobbiamo concentrarsi sul nostro altro obbiettivo: le semifinali scudetto”.

 

 

Bogliasco 1951

Print Friendly, PDF & Email