A1 M – Domani Carpisa Yamamay Acquachiara a Siracusa

Andrea-Scotti-Galletta

"Sabato scorso praticamente non siamo esistiti nel derby con la Canottieri Napoli. Dobbiamo assolutamente cancellare quella brutta figura".

Andrea Scotti Galletta si fa portavoce della voglia di riscatto della Carpisa Yamamay Acquachiara in quel di Siracusa, dove domani pomeriggio (ore 15,00) i biancazzurri di De Crescenzo affronteranno i padroni di casa dell'Ortigia. "E' solo una questione di testa – prosegue Scotti Galletta -: dobbiamo ritrovare quella determinazione che è mancata contro la Canottieri".

Scotti Galletta è l'unico ex della gara. Nell'Ortigia, infatti, mancherà l'infortunato Danilovic che nella partita del girone d'andata fece fin troppo bene il dovere di ex realizzando 5 gol alla Carpisa Yamamay. "Da un lato sono dispiaciuto per l'assenza di Damjan, mi avrebbe fatto piacere riabbracciarlo; dall'altro non posso negare che la sua assenza è un bel vantaggio per noi. Cercheremo di approfittarne".

Anche l'Acquachiara, tuttavia, sarà in formazione rimaneggiata per l'assenza di capitan Ferrone, bloccato da impegni di lavoro, e dell'infortunato Rossi, che lamenta un'infiammazione al tendine del pettorale. Ci sarà spazio in formazione, dunque, per il giovane Tozzi.

In palio a Siracusa tre punti pesanti: l'Ortigia vuole evitare i playout, la Carpisa Yamamay vuole un posto nella Final Six: "Io credo – conclude Scotti Galletta – che tutte e tre le squadre napoletane riusciranno ad ottenere il visto per la fase finale del campionato. Per farcela, però, occorre – ripeto – una squadra ben diversa da quella che si è vista nel derby".

Print Friendly, PDF & Email