A1 M – Il Brescia supera lo SP Management 8-6

Occorreva una prestazione di qualità e quantità, e prova di sostanza è stata: a Mompiano, nella ventitreesima di campionato, l’An Brescia supera lo Sport Management 8 a 6 (2-0, 2-2, 2-2, 2-2, i parziali), grazie a una performance segnata da grande carattere e spunti tecnici di rilievo. D’altronde, considerato il valore dell’avversario, non poteva essere altrimenti. Da parte di Presciutti e compagni, molto buono il rendimento in copertura, con i centri ospiti contenuti a dovere (a parte un paio di sviste), i pericolosi tiratori ostacolati con efficacia e un eloquente 2 su 12 in inferiorità. In avanti, notevole il volume di gioco, non brillante la percentuale con l’uomo in più (5 su 15), ma quando c’è stato da affondare i colpi, la lucidità non è venuta meno: in questi frangenti, da sottolineare la mano calda di Valerio Rizzo, con quattro reti, miglior realizzatore della serata (insieme a Baraldi), e con tutti e quattro i gol segnati in superiorità. A più riprese, il match è stato un’autentica battaglia, con tanti scontri al limite del consentito e la coppia arbitrale (Navarra – Paoletti) non sempre puntuale a tenere la situazione sotto controllo: non visti i colpi subiti da Stefano Guerrato nella prima azione del terzo tempo (e costati, all’An, il secondo gol di Baraldi), forse un po’ frettoloso il cartellino rosso inflitto, sempre nella terza frazione, a Fondelli, e tante le lotte sui due metri fischiate con metri di giudizio non sempre lineari. In ogni caso, anche davanti a queste difficoltà, il cuore e la determinazione dei biancazzurri hanno consentito di andare oltre l’ostacolo (e anche oltre il nervosismo a bordo vasca, dopo il suono dell’ultima sirena). A una settimana esatta dalla brutta prestazione di Atene, una reazione davvero positiva, da parte del sette bresciano, che consolida il secondo posto in classifica e può buttarsi anima e corpo nella trasferta di Barcellona.

«Eccetto i gol presi dal centro – commenta coach Bovo -, in difesa abbiamo giocato molto bene, mentre in attacco abbiamo avuto difficoltà quando siamo stati in più. Questa vittoria vale soprattutto nell’ottica di una possibile finale-scudetto da giocare con più energie, per il resto dobbiamo archiviarla in fretta e concentrarci al massimo sulla partita in casa del Barceloneta, dove è fondamentale fare punti».

 

Ufficio Stampa AN Brescia

Print Friendly, PDF & Email