A1 M – Lamoglia para tre rigori, ma non basta all’Acquachiara

ACQUACHIARA-POSILLIPO 5-13 (0-1, 0-3, 2-6, 3-3)

Carpisa Yamamay Acquachiara: Lamoglia, Ciardi 1, Stellet 1, Spooner, Lanfranco, Ronga, De Gregorio 1, Barberisi 1, Blanchard, Tozzi 1, Centanni, Lanfranco, Cicatiello. All. Iacovelli.

Posillipo: Sudomlyak, Cuccovillo 1, Ramirez, Foglio 4, Mattiello 1, Picca, Iodice, Rossi 2, Briganti 1, Marziali 4, Plumpton, Saccoia, Negri. All. Brancaccio.

Arbitri: Calabrò e Castagnola.

Superiorità numeriche: Acquachiara 1/8, CN Posillipo 3/9 + 4 rig. (3 parati da Lamoglia).

Note: usciti per limite di falli Spooner (A) e Lanfranco M. (A) nel terzo tempo , Ramirez (P) nel quarto. Nel Posillipo Sudomlyak in porta nel quarto tempo. Nel Posillipo ha debuttato Antonio Picca, classe ’99.

COMUNICATO

 

S.MARIA CAPUA VETERE – Il Posillipo vince il derby, e su questo non c’erano dubbi alla vigilia. L’Acquachiara, dal canto suo, non riesce a ripetere l’ottima gara giocata contro la Canottieri Napoli perché soltanto uno dei suo tredici giocatori fa una grande partita nel derby: Andrea Lamoglia. Ha parato tre rigori, due nel primo tempo (a Mattiello e Saccoia), un terzo nella quarta frazione a Plumpton. Ma ci sono nella sua partita anche altri interventi importanti. Campionato davvero eccellente, finora, quello del n. 1 biancazzurro.
Ottima anche la stagione di Luca Marziali nel Posillipo. Gran partita anche oggi. E’ lui a segnare il primo gol in controfuga, l’unico del primo tempo. Poi ne farà altri tre, due dal centro uno più bella dell’altra.
L’Acquachiara in attacco sbaglia troppo, anche un uno contro zero. Negri, molto bravo anche lui, fa il resto. Il Posillipo allunga nella seconda frazione, arrivano i primi gol di Foglio (ala fine un poker anche per lui) e la prima segnatura biancazzurra. Il gol è di Barberisi, l’unico con l’uomo in più della squadra di Iacovelli. C’è poca gente, ovviamente, a S.Maria, ma non mancano gli applausi per il gran gol da fuori di Ciardi e per quello altrettanto bello di De Gregorio con un tocco sotto porta. Tozzi, invece, ne ha fatto uno a… sorpresa: di rapina, anticipando Negri.

Nel quarto tempo Sudomlyak tra i pali rossoverdi e debutto per il difensore posillipino classe ’99 Antonio Picca. Senza particolari problemi, ma buona ed equa, la direzione di gara di Calabrò e Castagnola.

 

 

Mario Corcione

Print Friendly, PDF & Email