A1 M – Per l’AN Brescia sono ripresi i lavori

Comincia in una fresca sera di fine agosto la stagione 2018/2019 della prima squadra dell’An Brescia: ieri sera, nell’impianto scoperto della piscina Lamarmora, la squadra di Sandro Bovo ha mosso le prime bracciate di un’annata in cui tutto il gruppo biancazzurro punta ad essere assoluto protagonista. La ripresa degli allenamenti è stata anche l’occasione per accogliere, con il più che giustificato entusiasmo, i due grandi colpi di mercato, Pietro Figlioli e Valentino Gallo (in ordine d’arrivo), giocatori di formidabile caratura, giunti sotto il Cidneo per dare un sostanzioso contributo alla causa An. Al primo appuntamento erano assenti il capitano, Christian Presciutti, e Petar Muslim (impegnati nelle finali del campionato estivo maltese), e Mladjan Janovic (ancora in Montenegro per questioni familiari); dalla settimana prossima si comincerà con il lavoro a pieno regime.

«Sono molto contento di iniziare la stagione – da bordo vasca, esordisce coach Bovo -: presto saremo al completo e non vediamo l’ora di affrontare gli impegni che contano. La campagna acquisti è stata molto soddisfacente, rispetto al passato, il gruppo ha qualità maggiori e, ora, sotto con il lavoro, abbiamo tanta voglia di fare bene».

«A monte del mio arrivo a Brescia – queste le prime parole di Valentino Gallo -, c’era un grande desiderio di far parte di questa squadra: dalla Dinamo Bucarest ho avuto un’offerta davvero notevole, con il Mladost Zagabria c’era un accordo preliminare definito, ma quando mi è arrivata la proposta di Piero Borelli, non ho avuto alcun dubbio. Adesso non vedo l’ora di lavorare col gruppo e dimostrare quello che valgo: sono qua per costruire qualcosa d’importante. Sono molto contento della scelta, ho ottimi rapporti con tutti i nuovi compagni, e poi ho avuto contatti con la colonia di siracusani a Brescia, che mi hanno parlato bene della città».

«Per me – dice il capitano del Settebello, Pietro Figlioli -, è una nuova sfida, sono convinto al cento per cento della decisione e sono pronto a dare il massimo. Dei nuovi compagni, tanti li conosco bene, non conosco Sandro come tecnico ma penso proprio che andremo molto d’accordo. A una squadra che, da anni, è al vertice, ritengo che, con il nostro bagaglio d’esperienza, io e Valentino possiamo aggiungere valore in attacco e, soprattutto, in difesa. Al di là di questo, non è il caso di fare tanti discorsi: sono qua per vincere, per lavorare puntando sempre al massimo dei traguardi. Per come sono fatto, non concepisco altre impostazioni».

 

Ufficio Stampa AN Brescia

Print Friendly, PDF & Email