A1 M – PN Trieste conto i vice campioni

dimitrije_obradovic

SERIE A1 MASCHILE: TURNO INFRASETTIMANALE
LA PALLANUOTO TRIESTE RENDE VISITA AI VICE-CAMPIONI D’ITALIA DELL’AN BRESCIA

Nella tana dei vice-campioni d’Italia. Turno infrasettimanale ad altissimo coefficiente di difficoltà per la Pallanuoto Trieste. Mercoledì 2 novembre, nella quarta giornata di andata del campionato di serie A1 maschile, la squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping sarà di scena nella piscina di Mompiano per affrontare l’An Brescia. Si gioca alle ore 19.30.

QUI PALLANUOTO TRIESTE La vittoria casalinga di sabato scorso con il Quinto, che ha proiettato la squadra alabardata a quota 6 in classifica, rischia di costare caro a Marko Elez. Il numero 10 della Pallanuoto Trieste è stato espulso nel terzo periodo per proteste e il giudice sportivo gli ha inflitto 2 turni di squalifica. Non sarà in campo nella sfida con l’An Brescia (sarebbe stato un ex) e soprattutto rischia di saltare il delicato match del 12 novembre con la Canottieri Napoli. In ogni caso, l’allenatore Stefano Piccardo è concentrato sul durissimo impegno di Mompiano. “Il Brescia non lo scopriamo certo noi – spiega il tecnico ligure – è una squadra fortissima, si gioca da ormai dieci anni lo scudetto col Recco e quest’anno probabilmente ha anche alzato il proprio livello tecnico. Sono completi in tutti i reparti e giocano una pallanuoto che, se non affronteremo la gara col giusto atteggiamento, può farci molto male”. I dubbi di formazione in casa alabardata sono almeno un paio. Come detto non ci sarà Elez, ovvero il regista della manovra offensiva della Pallanuoto Trieste, e c’è pure il dubbio legato alla presenza di Alessandro Di Somma, rientrato in Liguria per urgenti questioni famigliari. Potrebbero quindi trovare spazio Amel Turkovic e Elia Spadoni, ma il tredici da schierare contro il Brescia è ancora tutto da decidere. Piccardo comunque ha le idee chiare sul tipo di prestazione che dovrà offrire la Pallanuoto Trieste. “Dovremo giocare una partita accorta, gestendo il pallone per 30’’ in attacco e cercando di servire con continuità i nostri centroboa. Poi dovremmo essere bravi nella transizione difensiva, per non prestare troppo il fianco alle loro micidiali ripartenze. E guai a perdere concentrazione, il Brescia è una squadra che ti può rifilare un parziale di 5-0 in una manciata di minuti”. E rispetto alla vittoria sul Quinto, bisognerà migliorare sotto diversi aspetti. “Sabato abbiamo commesso più di qualche errore, anche nel nostro momento migliore. Ingenuità difensive che il Brescia non ti perdona”.

QUI AN BRESCIA Tre vittorie nelle prime tre partite di campionato con Lazio, Posillipo e Acquachiara. Il largo successo sullo Jadran Herceg Novi nella gara di andata del terzo turno di Champions League. E la qualificazione alla final-four di Coppa Italia. E’ stato un inizio di stagione a dir poco perfetto quello dell’An Brescia di Sandro Bovo. E c’era da aspettarselo. Una squadra già quotatissima, che può contare su 5 medagliati alle Olimpiadi di Rio (Del Lungo, i fratelli Presciutti, Nora e il serbo Randelovic) si è ulteriormente rafforzata nel corso del mercato estivo, con gli innesti dei fuoriclasse Vjekoslav Paskovic, elemento di spicco della nazionale montenegrina, e del croato Petar Muslim, oro olimpico con la Croazia nel 2012. Difficile individuare un punto debole nella corazzata lombarda. In porta Del Lungo è una saracinesca, in difesa Bertoli, Randelovic e Nicholas Presciutti garantiscono una marcatura del centroboa senza sbavature, Paskovic e Muslim gestiscono il gioco offensivo con sapienza, la batteria dei tiratori composta dai vari Valerio Rizzo, Alessandro Nora, il giovane mancino Edoardo Manzi e il capitano Christian Presciutti, è capace di rendersi pericolosa in ogni frangente del match. Mentre ai 2 metri ci pensano Ubovic e Napolitano a tenere sotto pressione la difesa avversaria. C’è un modo per fermarli? “Sono di un altro livello rispetto a noi, lo sappiamo bene – continua Stefano Piccardo – però dobbiamo sfruttare bene questa occasione. Ci confronteremo con una squadra che gioca divinamente in situazione di uomo in più ed è la migliore di tutte quando si difende in inferiorità numerica. E’ un test importante per osservare da vicino una squadra di altissimo livello. Vedremo quello che saremo in grado di fare”.

COME SEGUIRE LA PARTITA Anche in occasione del turno infrasettimanale, la pagina Facebook ufficiale della Pallanuoto Trieste (www.facebook.com/pallanuototrieste) pubblicherà tutti gli aggiornamenti sul match della piscina di Mompiano. Mentre l’emittente locale Radio Brescia Sport trasmetterà la diretta radiofonica del match in streaming dal sito www.spreaker.com/user/bresciasport.

LA GIORNATA La sfida più attesa di questo quarto turno del girone di andata è senza dubbio il derby partenopeo tra la Canottieri Napoli (avversaria della Pallanuoto Trieste il 12 novembre) e l’Acquachiara. Si preannuncia interessante anche il match tra il Bogliasco e un Torino 81 ancora fermo a quota zero punti. Occhi puntati sull’ottima Ortigia di inizio stagione, che attende il Posilippo, e sul Savona, che ospiterà una Lazio in crisi di risultati. Pronostico già scritto (o quasi) nel confronto del Foro Italico tra Roma Vis Nova e Pro Recco, e in quello di Sori tra Quinto e Sport Management.

LA CLASSIFICA In tre a punteggio pieno, mentre Canottieri e Posillipo hanno una gara da recuperare. Pro Recco 9, An Brescia 9, Sport Management 9, Pallanuoto Trieste 6, Ortigia Siracusa 6, Canottieri Napoli 6, Rn Savona 4, Roma Vis Nova 3, Posillipo 3, Acquachiara 3, Bogliasco 1, Sc Quinto 0, Torino 81 0, Lazio 0.

 

www.pallanuototrieste.com

Print Friendly, PDF & Email