A1 M – Ultimo colpo di mercato per la Nuoto Catania

A COMPLETARE L’ATTACCO ROSSAZZURRO UN CATANESE DOC: AURELIO SCEBBA

Si tratta di un ritorno per il giocatore catanese, freccia di un attacco che andrà più veloce da domani e che dopo sei stagioni di serie A2, torna a casa e nella categoria che merita: la serie A1.

Scebba, attaccante classe ‘86, ha già vestito i colori rossazzurri: in A1 nella stagione 2004/2005, sempre nella massima serie nelle stagioni 2006/2007 e 2007/2008, poi una breve parentesi in A1 al Brixia leonessa Brescia nel 2008/2009 per poi fare ritorno alla Nuoto Catania nelle stagioni 2009/2010 e 2010/2011 nel campionato di serie A2 con promozione in A1.

«L’interessamento della Nuoto Catania mi ha dato enormi motivazioni, sia come atleta perché probabilmente concluderò la mia carriera in A1, sia come allenatore perché entro a far parte dei ruoli tecnici della prima squadra di Catania, motivo di grande orgoglio per il lavoro che compiono ogni anno il mister Dato, Fazekas e Sparacino» – ha dichiarato Scebba – «Ringrazio il presidente Mario Torrisi, il vice presidente “zio” Igo La Mantia, il Dott .Paolo Scollo e il ds il mio caro amico Giuseppe Corsello che mi hanno accolto insieme al mio capitano storico e allenatore Giuseppe Dato. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura! Sono sicuro di poter dare un grande contributo alla squadra e non vedo l’ora di mettermi al servizio del mister. Saluto i Muri Antichi, dove ho vissuto una pagina importante della mia vita e dove, dopo sei anni, il ciclo si era chiuso».

«È bello dare il benvenuto anzi il bentornato alla Nuoto Catania ad Aurelio Scebba” – ha dichiarato il ds Giuseppe Corsello- “un giocatore che è stato patrimonio della società e che ha scritto pagine importanti nella storia di questa squadra. La trattativa non è stata semplice, per riportare alla base un giocatore come Aurelio sono stati determinanti gli interventi del presidente Mario Torrisi e del vice presidente Igo La Mantia. Il suo ritorno a casa rende felice tutto l’ambiente Nuoto Catania: dirigenza, compagni e allenatore, che ritrovano un giocatore più maturo e consapevole dei propri mezzi, ambizioso e convinto dell’obiettivo che la società si è prefissata. Quest’operazione dimostra che i giocatori di talento di origine catanese possono crescere nella loro città e nel loro ambiente senza essere costretti ad andare via, valorizziamo il territorio dando una casa e opportunità vere ai catanesi, a patto che lo vogliano e comprendano i valori che la società condivide con loro».

Decisivo come si è detto il lavoro in back office del presidente e del vice presidente estimatori del giocatore. «La dirigenza della Nuoto Catania ha colto con estremo interesse la possibilità che un catanese doc come Aurelio Scebba tornasse a vestire la calottina della squadra siciliana di pallanuoto maschile più prestigiosa e storica» – ha affermato il vice presidente Igo La Mantia – «Figlio d’arte, il padre Salvo insieme a me e tanti altri oggi amici della NCT, ha scritto pagine stupende della nostra squadra ed era la sua destinazione naturale per concludere al meglio una carriera agonistica brillante».

 

Addetto Stampa Nuoto Catania Federica Zuccaro

Print Friendly, PDF & Email