A2 F – F&D H2O, gara decisiva per bissare il primato

Il capitano Linda Minopoli: “Scendere in vasca con il coltello tra i denti”

Arriva la domenica della verità: Vela Ancona e F&D H2O Velletri, protagoniste di un duello iniziato alla prima giornata, si scontrano alla penultima nella tana delle marchigiane con la compagine del tecnico di Danilo Di Zazzo in vantaggio di due punti (46 contro i 44 della seconda della classe). Un mini-patrimonio da far fruttare, perché la squadra veliterna ha a disposizione due risultati su tre. Questa statistica però non è minimamente contemplata dal gruppo, decisa a scendere in acqua con un unico obiettivo: la vittoria. Lo fa ben comprendere il capitano ed estremo difensore, Linda Minopoli, che in una settimana non priva di quella sana voglia di competizione suona la carica assicurando che sarà partita vera e che l’F&D H2O se la giocherà fino all’ultimo minuto per portare a casa tre punti.

Linda Minopoli, due giornate dalla fine e lotta al vertice appassionante e infinita. Domenica però potrebbe esserci la svolta per il primato ad Ancona…
Domenica sarà sicuramente la gara decisiva per tutta la stagione. Sapevamo che l’Ancona fosse una delle squadre pretendenti al titolo e il fatto che il calendario abbia riservato proprio la penultima giornata la sfida per il primato è stato un motivo in più per non abbassare il livello durante le partite precedenti e rendere più interessante il campionato. Ovviamente noi scenderemo in vasca “con il coltello tra i denti”!

Contro l’Agepi e contro il Volturno avete ottenuto successi vitali dimostrando di saper soffrire contro squadre che non hanno nulla da chiedere al campionato o quasi. È stata una prova di maturità?
Sicuramente avevamo più noi da perdere che loro e forse proprio per questo non abbiamo giocato con serenità. Loro hanno sfruttato i nostri cali di concentrazione a proprio favore. Per essere una squadra che punta al vertice non possiamo più permetterci tali cali, ma anzi dobbiamo entrare in acqua sempre con la stessa “fame” qualunque sia l’avversario e dimostrare di meritarci quel primo posto che occupiamo da tante giornate. Certamente è stata una prova di maturità, ma sono sicura che potevamo fare molto meglio.

Le ultime due gare non vi hanno visto in gran spolvero, ma sono arrivati sei punti: siete in una fase di stanchezza dopo una stagione da record oppure avete attraversato un calo di tensione fisiologico in attesa del big match?
Siamo in un punto della stagione dove sia la stanchezza fisica che quella mentale si fanno sentire, ma nonostante questo dobbiamo restare concentrate sull’obiettivo per non vanificare tutti gli sforzi fatti finora. Assolutamente non è stato un calo dato dall’attesa del big match, in quanto negli ultimi anni abbiamo affrontato più di qualche partita decisiva.

Avete conquistato i play off con cinque giornate di anticipo, matematicamente. State facendo dei numeri importanti anche rispetto alle squadre del Girone Nord. La A1 è un sogno che sta diventando realtà, guardando anche alle potenziali avversarie?
Sinceramente non badiamo agli avversari, affrontiamo una gara alla volta. Sicuramente dopo l’amaro in bocca lasciatoci dalla scorsa stagione, quest’anno ce la metteremo tutta per raggiungere la massima serie.

Quali sono gli errori da non commettere in vasca nelle prossime due partite per mantenere il primato, adesso che anche un po’ di tensione si fa sentire?
Gli errori da non fare sono sempre gli stessi, perché tutte le partite sono importanti, dobbiamo rimanere concentrate fino alla fine e non aver paura di sbagliare, evitando i cali avuti nelle due partite precedenti.

Come capitano, puoi descriverci il momento che sta vivendo la squadra fra emozioni, sensazioni, ansie e determinazione?
È adesso che la squadra deve essere unita più che mai e dimostrare che proprio in questi momenti di tensione, dato non solo dall’attività sportiva bensì anche da fattori esterni e dove le emozioni sono a tremila, la forza è il gruppo.

 

F&D H2O Velletri

Print Friendly, PDF & Email