A2 F – F&D H2O, la carica di Antonacci: “Dobbiamo fare una partita impeccabile”

Maurita Antonacci

Uno scoglio dopo l’altro, ma non nell’acqua del mare: è piscina dopo piscina, vasca dopo vasca, partita dopo partita che l’F&D H2O ha costruito il suo primato. L’ultima trasferta, in casa del Torre del Grifo, ha rappresentato un’ennesima prova di forza delle ragazze di mister Danilo Di Zazzo ora costrette a vincere (e convincere) per mantenere vivo il campionato e rendere ardua la vita alle principali sfidanti. Lo stesso compito che ha il Flegreo, squadra partita con ambizioni più o meno velate e ora appaiata, in quarta posizione, all’Acquachiara data alla vigilia tra le favoritissime e sette punti sotto le veliterne. Le statistiche, quindi, non contano e alla Piscina “Tortuga” sarà importante mettere in vasca i soliti ingredienti: grinta, carattere, voglia di far bene per riportare un risultato positivo. Alla seconda giornata la compagine di Velletri vinse con una bella prova, ma stavolta sarà diverso e lo sa bene Maurita Antonacci, che cercherà di dire la sua in fatto di realizzazioni vista l’assenza nella gara di andata.

Maurita Antonacci, dopo la vittoria di Torre del Grifo è arrivata la pausa di Pasqua. Vi è servita per rigenerarvi e fermarvi un attimo, dopo questo intenso cammino?
Sì, effettivamente ci è servita a riposarci un po’, ma non troppo, perché tornate da Catania la testa era già proiettata a domenica 8 aprile.

A Catania fino al vostro arrivo nessuno era mai riuscito a far punti: una vittoria, quella in terra siciliana, che vi dà forza?
Una vittoria che ci dà sicuramente consapevolezza della nostra forza e dei nostri mezzi. Vincere in un campo imbattuto come quello della Torre del Grifo è stata un’impresa da titani.

Adesso c’è, all’orizzonte, il Flegreo: squadra che ha dimostrato di essere ben più di una sorpresa, tallonando il terzo posto e dimostrandosi sempre ostica negli scontri diretti. Che partita ti aspetti e che differenze ci saranno rispetto all’andata, dove l’F&D H2O vinse, ma non erano ancora ben delineati gli equilibri del campionato?
La partita contro il Flegreo non sarà sicuramente una passeggiata, hanno dimostrato di avere un organico molto competitivo ed ostico vincendo anche contro l’Acquachiara. Noi abbiamo disputato in casa loro una partita impeccabile, dovremmo fare altrettanto. Essendo mancata in questo incontro, all’andata, cercherò di aiutare la mia squadra a fare ancora meglio. È uno stimolo.

Sia il mister Di Zazzo che il presidente Perillo, che ripongono in voi enorme fiducia, hanno detto chiaramente che la lotta per l’accesso ai play off è aperta: dopo aver incontrato tutte le squadre, qual è quella che – indipendentemente dal risultato – ti ha impressionato maggiormente per mole di gioco o altre qualità?
Sicuramente l’Acquachiara, che poi è stata l’unica che ci ha battute finora. Ha dimostrato di avere una squadra super determinata, fisica, aggressiva e competitiva nonostante i risultati delle ultime partite. A prescindere da loro, credo che sia un campionato agguerrito e composto da squadre tutte competitive. Certamente, quindi, la lotta ai play off è da giocare…

La partita più bella della squadra, in questa prima parte di stagione, invece secondo te qual è stata? E quella dove pensi di aver offerto una delle migliori prestazioni tu, personalmente?
La partita più bella per quanto mi riguarda è stata quella contro la Vela Ancora vinta in casa con uno scarto di due reti ma con una squadra composta da elementi superlativi che siamo riuscite ad annullare. Lì abbiamo riportato una vittoria fondamentale. Per quanto riguarda me, non mi va di parlare di una mia prestazione, penso che sia importante solo la prestazione di tutta la squadra: si vince e si perde tutte insieme.

Come fate fronte, grazie al lavoro del gruppo, alle pressioni di un girone intero che guarda sempre ai vostri risultati?
Mi sono trasferita a Como a dicembre e, allenandomi con le ragazze di mister Tete Pozzi (che ringrazio per la grandissima ospitalità e amicizia dimostratami dal primo giorno), anche loro prime del Girone Nord, direi che non percepisco gli occhi puntati delle altre squadre verso il vertice. Credo che continuare a lavorare come stanno facendo Mister Di Zazzo e le mie compagne sia la strada giusta. Sono in contatto quotidiano con le ragazze e percepisco la serenità nonostante il grosso impegno fisico e mentale di voler continuare a portare punti a casa.

Che messaggio vuoi mandare alle tue compagne per il prossimo match interno, e cosa vuoi dire ai tifosi che accorreranno alla Piscina Tortuga?
Per domenica prossima voglio dire alle mie compagne che dobbiamo fare tutto quello che sappiamo fare con la grinta giusta, quella cattiveria sportiva che ci caratterizza, aiutandoci le une con le altre come facciamo sempre, guardandoci negli occhi e capendoci immediatamente. Domenica ci serve il tifo più caldo di sempre. Ringrazio i nostri tifosi che esultano con noi e si emozionano per noi.

 

Rocco Della Corte – Ufficio Stampa F&D

Print Friendly, PDF & Email