A2 F – Solamente un punto per il Racing Nuoto in terra napoletana.

A2-Racing_NR_2016

Le ragazze di Lorenzo Tomasi hanno “steccato” alla quinta, dovendosi accontentare di un solo punto di “di consolazione” strappato in extremis dalla piscina di Pozzuoli.

Il Racing Nuoto Roma non è riuscito a suonare la sua “quinta sinfonia”, ma si è invece dovuto accontentare di un solo ed unico punto, per di più giunto a 5’’ dalla sirena finale, al termine di una gara vissuta sempre ad inseguire. Sin dal primo quarto le capitoline, impegnate contro le napoletane del Flegreo, si sono trovate in difficoltà: tanto nuoto e tanto gioco, ma pochissima incisività sotto porta, un vizio antico della compagine rossoblù, molto spesso stigmatizzato anche dal suo stesso allenatore: “Sbagliando così tanto di fronte ai pali avversari è davvero difficile vincere le partite… – Ha infatti dichiarato mister Tomasi. – A volte, come è capitato oggi, può persino capitare di avere una reazione nel finale, riuscendo a portare a casa quella che sembra un’impresa, ma che in realtà è solamente la riparazione di errori fatti in precedenza.”

Tanti errori, dunque, che hanno innervosito le giocatrici in calotta nera costringendole a chiudere il primo parziale solamente in pareggio (1-1). Nel secondo hanno invece patito il gioco delle avversarie: le padrone di casa hanno infatti messo alle spalle di Messina per ben tre volte la sfera, subendo una sola ed unica marcatura. Da quel momento in poi la gara è sembrata svolgersi a senso unico: anche nella terza ripresa la formazione napoletana si è impegnata a mettere “in ghiacciaia” l’incontro, contenendo le sfuriate delle avversarie, tenendole a distanza con una grande organizzazione e con altri due gol. Le romane non sono invece riuscite a bucare la porta partenopea per più di due volte, presentandosi così, all’inizio dell’ultimo parziale, in svantaggio di due reti.

Quando il bottino delle padrone di casa è salito a + 3 (metà del quarto tempo), invece, qualcosa è scattato nell’ingranaggio delle ospiti che hanno deciso di impegnarsi fino in fondo, “riprendendo per i capelli” una partita ormai perduta. Capitan Muccio ha suonato la carica, firmando anche la rete del momentaneo -1, ma è toccato a Giorgia Perazzetti siglare il pareggio (8-8) con una gran botta dalla distanza, a soli 5’’ dal fischio finale del signor Rotondano. Una riscossa incredibile, avvenuta “in tandem” con una certa complicità da parte delle giocatrici partenopee, troppo frettolose nel pensare di aver messo definitivamente al sicuro la vittoria, ma anche un risultato che ha lasciato l’amaro in bocca all’allenatore di via Avicenna:

“Se avessimo giocato con maggiore concentrazione, ma soprattutto con maggiore cattiveria l’intera partita, oggi non staremmo parlando di un pareggio raggiunto in extremis, in maniera (tutto sommato) rocambolesca, ma forse parleremmo di atri tre punti conquistati. Bisogna invece ammettere che, per lunghi tratti di questa sfida, non abbiamo giocato bene, innervosendoci eccessivamente per i nostri soliti errori e scoprendoci troppo al gioco delle avversarie. Abbiamo nuotato tantissimo, mettendo in mostra una grande mole di gioco, ma non siamo stati in grado di “onorare” tutte queste fatiche con una sufficiente concretezza di fronte ai loro pali. Bisogna fare, ovviamente, i complimenti al Flegreo: ha giocato un’ottima sfida, combattendo su ogni palla, dimostrando di non meritare la posizione di classifica che attualmente ricopre. Tornando a noi, il discorso è sempre lo stesso ed è anche molto semplice: dobbiamo evitare questo tipo di “incidenti di percorso”, affrontando tutte le sfide al meglio, a cominciare dalla prossima contro il Pescara. Le abruzzesi ci sono spesso risultate indigeste, sarà ora di invertire questo trend affrontandole in casa nostra, di fronte al nostro pubblico. Bisognerà ripartire dalla reazione che abbiamo avuto nell’ultimo quarto di oggi, da quella stessa rabbia, concretezza e cattiveria, per vincere la prossima sfida”.

 

Sporting Flegreo – Racing Nuoto Roma 8-8 (1-1, 3-1, 2-2, 1-3).

Marcatrici Sporting Flegreo: Mele 2, Loffredo 2, Di Palma 2, Lai 1, Anastasio 1.

Marcatrici Racing: Muccio 3, Mandelli 3, Perazzetti 1, Contu 1.

Arbitro: Rotondano.

 

Gianluca Stisi (Addetto stampa Racing Pallanuoto Roma)

Print Friendly, PDF & Email