A2 F – Tolentino in acqua a Messina: Deborah Mircoli presenta la sfida

Metabolizzato il primo passo falso all’esordio in campionato (sconfitta 7-8 contro l’Acquachiara Ati 2000) la NPN Tolentino si rituffa in acqua per cercare rimettersi subito in carreggiata andando a caccia di punti preziosi

L’occasione per un pronto riscatto delle marchigiane si presenta con l’insidiosa trasferta in terra siciliana contro la W F aterpolo Messina. Un impegno non certo dei più semplici per le ragazze di mister Bartolo visto il prestigio delle avversarie e la loro prolungata militanza in massima serie. La compagine isolana è infatti reduce dalla retrocessione della scorsa stagione dopo molti anni in serie A1 dove ha sempre recitato un ruolo da protagonista, riuscendo a raggiungere persino la finale scudetto nel 2015/2016 poi persa contro Padova

Che la squadra messinese sia ormai una delle maggiori realtà della pallanuoto nazionale è confermato dalle molte campionesse che ne hanno indossato la calottina: Giusi Malato, Arianna Garibotti, Francesca Radicchi e Giulia Gorlero sono solo alcune delle giocatrici che da questo club hanno spiccato il volo sino ad imporsi a livello internazionale con la Nazionale Italiana.

La sfortunato ultimo campionato e la conseguente nuova sfida in A2 ne hanno, comunque, ridimensionato ambizioni e prospettive puntando più su un valido progetto piuttosto che sul risultato immediato. In quest’ottica l’obiettivo principale è quello di fare esperienza puntando sul giusto mix tra giocatrice esperte e giovani leve

A rendere ancora più ostico l’impegno sullo Stretto per Tolentino si aggiunge il fatto che anche le siciliane hanno “steccato” prima cedendo 12-4 in trasferta contro la Cosma Vela Ancona e, tra le mura amiche, proveranno prontamente a rialzarsi. Come se non bastasse bisognerà anche tener conto della location: l’incontro si disputerà infatti domenica alle 15 nella piscina comunale all’aperto “Cappuccini”, un’isidia in più per le maceratesi non essendo abituate a gioca outdoor

In casa tolentinate ad analizzare il prologo della stagione ed il prossimo impegno agonistico è Deborah Mircoli classe 92 giunta alla sua ottava stagione con la NPN dopo aver militato anche a Fermo ed Osimo che riassume i suoi pensieri come segue:

Innanzitutto com’è stato l’impatto con la serie A2 a distanza di anni e come giudichi la partita contro l’acquachiara?

“Ritornare dopo 5 anni in A2 è stato molto emozionante, abbiamo lottato molto per questo traguardo cambiando molte cose di volta in volta…Se siamo qui lo dobbiamo anche a molte ragazze che ora non giocano più. La partita contro l’Acquachiara è stat molto impegnativa sia dal punto di vista emotivo che fisico considerata anche la corporatura delle nostre avversarie”

In che cosa Tolentino è mancata per riuscire a fare risultato?

“La cosa che ci è mancata di più in questa prima partita in casa è stata la scarsa esperienza associata alla grande emozione di giocare tra le mura amiche davanti ad un grande pubblico che ci ha sostenute dall’inizio alla fine”

Quali indicazioni hai potutocogliere da da questo debutto e per il proseguimento del campionato?

“Ora che abbiamo superato questo esordio credo che dobbiamo lavorare molto in diversi aspetti, ma abbiamo una grande forza e cioè l’unione di squadra considerati anche i nuovi innesti”

Siamo soltanto al prologo della stagione ma a tuo avviso quale potrebbe essere il valore aggiunto per disputare un buon campionato?

“Credo sia proprio la coesione di gruppo…L’essere disposte a dare tutto l’una per l’altra. Abbiamo poi anche la fortuna di avere con noi la canadese Kholi che porta in squadra un grande bagaglio di esperienza ed è un punto di riferimento per tutte noi”

Ora la trasferta di Messina…Che tipo di partita ti aspetti?

“Per il match contro Messina non abbiamo aspettative se non quella di andare li e giocarcela sino in fondo”

Su cosa dovrà focalizzarsi Tolentino per provare ad ottenere i primi punti?

“Credo sia necessario lavorare sodo, crederci sempre e non perdere la testa perché siamo una squadra che può giocarsela con tutti”

Infine quali sono le tue aspettative per questa stagione e dove pensi potrà arrivare la tua squadra?

“Come dice sempre il nostro allenatore Lorenzo Bartolo a questa domanda rispondiamo a fine stagione…Ma di certo abbiamo la consapevolezza di poter fare tanto perché, come dicevo prima, a caratterizzarci non sono le individualità ma il collettivo”

 

LORENZO NICOLETTI Addetto stampa NPN Tolentino

Print Friendly, PDF & Email