A2 M – Copral Muri Antichi stecca lo scontro salvezza contro Arechi

Deni Zovko

COPRAL MURI ANTICHI-ARECHI SALERNO 5-6

Nello scontro salvezza contro Arechi Salerno la Copral Muri Antichi stecca perdendo nella piscina di casa con il punteggio finale di 5-6. Troppo sterile in attacco la formazione di coach Puliafito che ha difeso bene soprattutto nella prima parte di gara ma ha pagato troppa inconcludenza con il vantaggio dell’uomo in più. Strada che adesso si fa in salita, ma il campionato è ancora lungo e incerto.

LA PARTITA. Pronti via e al primo affondo colpisce Aiello dal centro. Lo stesso centro-boa dei Muri si ripeterà dopo il pari ospite con un tiro beffardo dalla distanza (2-1). Non si segna molto nel secondo parziale, con la difesa Copral brava a intercettare numerosi palloni, ma poco cinica in attacco. Gregorio segna dopo quasi 5’ di sterilità da parte dei due attacchi, per il pareggio da parte di Arechi. I Muri non riescono a colpire con l’uomo in più ma la formazione campana soffre la difesa press dei padroni di casa che colpiscono proprio in contropiede con Carchiolo. È ancora su azione di contropiede che i Muri trovano la via del gol grazie a Gluhaic ottimamente servito dal portiere Ruggieri (4-2). Iannicelli accorcia ma i Muri trovano il primo gol in superiorità numerica con un’ottima azione finalizzata da Gluhaic per il momentaneo 5-3. Iannicelli sigla il suo secondo gol, quasi fotocopia del primo, per il -1 Arechi. Nel quarto periodo i Muri peccano troppo in fase d’attacco e Arechi sorniona sorpassa a 1’36” con l’uomo in più di Gregorio (5-6). La Copral è costretta a inseguire, nel finale ha la palla del pari ma Calarco con l’uomo in più non prende la porta.

LE INTERVISTE. “Quando si costruisce per produrre 20 gol e se ne fanno 5 il risultato è questo – ammette con amarezza il presidente Spinnicchia – Oggi è stato il festival delle occasioni sprecate. Troppo inconcludenti in attacco, non è quello che ci aspettavamo soprattutto dal nostro giocatore di punta Gluhaic. La strada è in salita, ma non dobbiamo perdere fiducia. Cercheremo di risalire la classifica anche se la sconfitta di oggi è dolorosa.

“Abbiamo prodotto tanto ma abbiamo sbagliato troppo – ammette Puliafito – temevo tantissimo questa partita perché conosco Arechi che è una squadra esperta. Questa squadra ha dei limiti, ma ha giocato a pallanuoto. Non siamo stati bravi noi a chiuderla nel momento decisivo e a non sfruttare le occasioni che ci sono capitate”.

COPRAL MURI ANTICHI-RN ARECHI 5-6

COPRAL MURI ANTICHI: Ruggieri, Carchiolo 1, Nicolosi, Zovko, Gluhaic 2, Aiello 2, Arancio, Belfiore, Leonardi, Paratore, Muscuso, Calarco, Marangolo. All. Puliafito.

RN ARECHI: Noviello, Siani, Mattiello 1, Bencivenga, Calì, Apicella, Spinelli 1, Gregorio 2, Vukasovic, Mutariello, Iannicelli 2, Massa, Spinelli. All. Milic.

Arbitri: D. Bianco e Baretta.

Note: Parziali 2-1, 2-1, 1-2, 0-2. Spettatori: 100 circa. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: M 1/9, A 2/7.

 

 

Ufficio Stampa Copral Muri Antichi Catania

Davide Caltabiano

Print Friendly, PDF & Email