A2 M – Decima vittoria consecutiva per il Genova Quinto B&B Assicurazioni


CROCERA STADIUM-GENOVA QUINTO B&B ASSICURAZIONI 8-14

CROCERA STADIUM: Graffigna, Pedrini 1, Giordano 2, Chirico, Congiu, Figini, Ferrari 1, Tamburini 1, Fulcheris 1, Dellepiane, Bavassano, Manzone 2, Fulcheris. All. Campanini

GENOVA QUINTO B&B ASSICURAZIONI: Pellegrini, Percoco 1, Cognatti, Mugnaini 4, Brambilla Di Civesio 4, Bianchi 2, Gavazzi 1, Palmieri, Villa, Bittarello 1, Gitto 1 (1 rig.), Amelio, Baldineti. All. Marino

Arbitri: Anaclerio e D. Bianco
NOTE: Parziali 0-3, 3-4, 2-3, 3-4. Espulso il tecnico Campanini (Crocera Stadium). Usciti per limite di falli Fulcheris Luca (Crocera Stadium) e Cognati, Brambilla e Gitto (Genova Quinto) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Crocera Stadium 5/15 e Genova Quinto 5/10 + un rigore. Spettatori 100 circa.

Festival del gol a Sampierdarena, dove il Genova Quinto B&B Assicurazioni, nella decima giornata del campionato di serie A2 girone Nord, batte 14-8 i padroni di casa della Crocera centrando la decima vittoria in altrettante partite di campionato. Tre punti ottenuti contro la seconda in classifica, che permettono ai biancorossi di rinsaldare il primato in classifica, a punteggio pieno e con otto lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici ad una giornata dal termine del girone di andata.

Partita mai in discussione, messa in discesa per la squadra ospite dai quattro gol segnati da Francesco Brambilla e Marco Mugnaini e dalle parate spettacolari di Pierre Pellegrini. “Una buona prestazione, soprattutto all’inizio – dice il tecnico Lorenzo Marino – Siamo partiti proprio come volevamo, lucidi, concentrati, determinati. Abbiamo avuto un po’ di flessione nel momento centrale della partita in cui loro si sono rifatti sotto, non abbiamo fatto molto bene l’uomo in meno, ma poi ci siamo ripresi sigillando il risultato. Una partita diversa rispetto a quella di sabato scorso con il Camogli, con molti più gol, meno attenzione in difesa ma maggiore concretezza in attacco. Sabato prossimo con l’Ancona sarà ancora una battaglia: dipenderà ancora una volta da noi stessi. I valori possono essere diversi, ma se non c’è la giusta attenzione il rischio che le partite si complichino è sempre dietro l’angolo“.

 

Foto di Paolo Zeggio

SC Quinto

Print Friendly, PDF & Email