A2 M – Il Latina PN festeggia il rientro in casa

LATINA PALLANUOTO – TGROUP ARECHI SALERNO 9-3  (2-2) (2-0) (2-1) (3-0)

LATINA PALLANUOTO: Bonito, Simeoni, Mattiello, Migliaccio (2), Mauti, Falco, Mellacina (1), Maras 4 (1 rig.), Parisi (1), Priori, Barberini (1), Mele, Giugliano. All. Mirarchi

TGROUP ARECHI: Panza, Sanges, Giordano, Apicella, Di Magliano 3, Esposito, Spinelli, Iannicelli, Lobov, De Rosa, Baldi, Massa, Altomare. All. Milic

Arbitri: sigg.Savino e Schiavo

Superiorità numeriche: Latina Pallanuoto 3/6 + 1/1R; Tgroup Arechi 1/6.

Note: spettatori circa 500;  Bonito (L) nel 4T para un tiro di rigore a Di Magliano (A). Espulso Milic (Tecnico A) per proteste nel terzo quarto. Usciti per limite di falli Mauti (L) e Lobov (A) nel quarto tempo.

Andamento partita: 0-1/ 1-1/ 1-2/ 6-2/ 6-3/ 9-3

 

Non poteva esserci rientro migliore nella propria vasca per gli atleti della Latina pallanuoto, che dopo il peregrinare raminghi per quasi due anni, riassaporano l’ebrezza della open di via dei Mille. Certo ci è voluta l’assunzione di responsabilità dell’intera dirigenza neroazzurra per consentire al pubblico l’accesso alla gradinata open (né il gestore né tantomeno il Comune hanno avuto solidarietà in tal senso), ma alla fine festa è stata. Si è trattato proprio di una festa con i gioiosi bambini targati Latina pallanuoto che in apertura accompagnano gli atleti di ambo le squadre a bordo vasca per la presentazione ufficiale della partita, ed il pubblico che man mano ha riempito la tribuna, educatamente rumoroso che accompagna lo start up del nuovo corso. Al fischio d’inizio i neroazzurri sembrano timorosi di un avversario che comunque merita rispetto e faticano molto a prendere le contromisure ma soprattutto a calibrare il giusto ritmo alla bracciata. Così che nel primo quarto sono i Salernitani a fare la lepre con Di Magliano scatenato e cinico, ma il croato Maras oggi è in stato di grazia e quando tira offende da far male. Prima rete in calibrata palombella dalla distanza e seconda rete in diagonale incrociato in superiorità numerica. Dal secondo quarto in poi è tutta Latina pallanuoto. Ancora Maras, poi Parisi in superiorità, ma il ghiaccio ormai è rotto, e anche nel nuoto ora i pontini sembrano avere una marcia in più. Barberini ad inizio terzo quarto se ne va sulla fascia in uno contro zero, poi Migliaccio. Nel mentre tra i pali neroazzurri Bonito si esalta e chiude la porta ermeticamente come il tappo di un buon Dom Pérignon. Effervescente come le bollicine la sua prestazione, completata dal tiro di rigore parato a Di Magliano nell’ultimo quarto. Sull’altro fronte, Maras (ancora lui) non fallisce il rigore conquistato con destrezza da Mele. La chiosa della partita non poteva farla che lui: Gigi Mellacina, l’atleta neroazzurro doc che da posizione 1 fa partire un missile terra-aria che incrocia sul palo opposto in spettacolare palo-palo-gol. Al fischio conclusivo del tandem arbitrale, applausi per tutti i protagonisti dal pubblico tornato numeroso ad assiepare gli spalti della open. Bene così, che la pallanuoto sia uno spunto di aggregazione e sana festa sportiva per la città intera.

Il commento del Coach Maurizio Mirarchi
‘’Fare la prima in casa dopo tanto tempo non era facile, c era voglia di fare bene ma anche  un po di nervorsimo soprattutto ad inizio partita. Con il passare dei minuti ci siamo sciolti e abbiamo iniziato a giocare con piu attenzione. La squadra ha fatto una buona partita soprattutto in difesa .’’

Il commento del Presidente Damiani
” Siamo tornati nella nostra città ed i ragazzi hanno salutato i numerosi tifosi con una bella e netta vittoria. Una vittoria molto importante per il proseguo del Campionato, era importante, dopo la lunga pausa Natalizia, riprendere la striscia positiva e mantenere la seconda posizione in classifica. Risultato che lascia poco spazio ai commenti… un plauso a tutti i ragazzi ed a mister Mirarchi per la splendida vittoria.”

 

 

Latina PN

Print Friendly, PDF & Email