A2 M – Il TeLiMar in rimonta supera la Roma 2007 Arvalia per 10-9

Davide Occhione

Il Club dell’Addaura si conferma imbattibile davanti al proprio pubblico

Vittoria meritata per il TeLiMar che nella decima giornata del Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile di Serie A2 Sud batte in casa la Roma 2007 Arvalia per 10-9, scavalcandola al secondo posto in classifica. Alla Piscina Olimpica Comunale di Palermo va in scena un match divertente e combattuto, con entrambe le compagini a contendersi i 3 punti fondamentali in questa fase della stagione. I ragazzi allenati da Zoran Mustur, dopo il vantaggio iniziale subiscono la pressione dei capitolini, che riescono a portarsi in vantaggio al termine del terzo parziale. La determinazione, il buon gioco di squadra e la qualità dei singoli permettono al Club dell’Addaura di avere la meglio.

Partono bene i padroni di casa che con Migliaccio in controfuga sbloccano il risultato a 5’24. La Roma, però, non si lascia sorprendere e si porta sull’1-1 in superiorità con Faiella a 4’48. Da questo momento il primo parziale è solo TeLiMar, che va in goal con Lo Cascio su uomo in più a 4’24, a 2’16 con Occhione, che si fa trovare pronto su una ribattuta di Washburn, e con Giliberti che in superiorità su assist di Migliaccio firma la rete del 4-1 a 6” dalla sirena.

I capitolini reagiscono in avvio del secondo tempo con Vittorioso, ex calottina TeLiMar, che, con un tiro preciso all’angolino basso impossibile per Lamoglia, segna il 4-2 a 7’06. I giallorossi riescono a ricucire il gap con Faiella su uomo in più a 5’06 e nuovamente con Vittorioso, questa volta in controfuga, a 4’28. Il tabellone si aggiorna sul 4-4: tutto da rifare per il TeLiMar, che ribatte con Lo Cascio in superiorità a 3’08. Gli ospiti sono ben concentrati e si riportano in parità, sul 5-5 con Miskovic, quando mancano 2’18 alla fine del secondo parziale. Il Club dell’Addaura, però, non ci sta e sfruttando il suo cecchino, Migliaccio, si porta sul 6-5 a 1’43. I ragazzi guidati da Mustur sembrano in un ottimo momento e ne approfittano per portarsi sul +2 con Galioto, servito alla perfezione da Saric a 1’11 per il 7-5.

Nel terzo tempo la reazione dell’Arvalia si fa decisamente più concreta e, complici alcuni errori di troppo in fase di attacco del TeLiMar, gli uomini di Ciocchetto monopolizzano il parziale con Re e Vittorioso, entrambi in superiorità, rispettivamente a 7’21 e a 6’06, per riportarsi in parità sul 7-7. La tenacia paga. Lo sanno bene i capitolini che dal -2 si portano addirittura sul +2 al termine del terzo quarto di gioco con Vittorioso a 3’35 e Miskovic a 2’28. I padroni di casa si svegliano sul finale del tempo, impedendo il dilagare degli avversari e guadagnando sempre più fiducia nelle proprie possibilità.

L’ultimo quarto del match vede i ragazzi del Presidente GIliberti tornare a gestire la partita: il TeLiMar impiega infatti meno di due minuti per riportarsi in parità sul 9-9, segnando con Lo Cascio a 6’32 e Occhione a 6’03. Il Club dell’Addaura, trascinato dai propri tifosi, che anche oggi hanno gremito la tribuna dell’Olimpica, porta a casa il risultato pieno con una perla di Migliaccio arrivata a 1’01 dalla sirena finale.

Da registrare le espulsioni per limite di falli di Faiella (Roma) nel secondo tempo, Galioto, Occhione (TeLiMar) e Fiorillo (Roma) nel quarto tempo. Inoltre, espulso Faiella (Roma) per proteste nel secondo tempo.

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Vittoria sofferta e meritata contro una Roma mai doma, con un Antonio Vittorioso grande trascinatore. Abbiamo sbagliato tanto in attacco, ma giocando costantemente con grande impegno e col cuore, senza mollare mai, grazie alla nostra ampia rosa con 13 uomini tutti validi, siamo riusciti ad agguantare alla fine i 3 punti, riprendendo il secondo posto in classifica alle spalle del Salerno. Ora domani riposo e da lunedì testa alla trasferta di sabato prossimo in terra campana contro l’Arechi Salerno, che non dobbiemo assolutamente sbagliare».

Parziali: 4-1; 3-4; 0-4; 3-0.

Superiorità: TeLiMar 5/14; Roma 2007 Arvalia 4/10.

Il Tabellino

TeLiMar: 1.Lamoglia, 2.Tuscano, 3.Galioto (1), 4.Di Patti, 5.Occhione (2), 6.Lo Dico, 7.Giliberti (1), 8.Saric, 9.Lo Cascio (3), 10.Raineri, 11.Fabiano, 12.Migliaccio (3), 13.Sansone – Allenatore: Zoran Mustur

Roma 2007 Arvalia: 1. Washburn, 2. Serio, 3. Re (1), 4. Fiorillo, 5. Miskovic (2), 6. Navarra, 7. Di Santo, 8. Vittorioso (4), 9. Sofia, 10. Lijoi, 11. Mele, 12. Letizi, 13. Faiella (2) – Allenatore: Cristiano Ciocchetti

Arbitri: Alessia Ferrari di Genova e Fabio Collantoni di Porto Santo Stefano (GR).

 

Alessia Anselmo Ufficio Stampa TeLiMar

Print Friendly, PDF & Email