A2 M – Il TeLiMar non sbaglia: battuto in casa il Latina

Il Club dell’Addaura si aggiudica la sfida contro la capolista: all’Olimpica finisce 13-11

Prosegue il cammino del TeLiMar per riportare l’A1 a Palermo. Dopo la vittoria in trasferta contro il neopromosso Cus UniMe, arriva la convincente prova di carattere degli uomini di Zoran Mustur che, in casa, battono il Latina Pallanuoto per 13-11. Sfida delicatissima, quella tra la prima e la seconda in classifica, valida per l’ottava giornata del Campionato di Serie A2 Sud. All’Olimpica di viale del Fante, il team del presidente Marcello Giliberti contiene l’impetuosità dei pontini, allungando nel secondo parziale e gestendo il match fino alla fine.

Sbloccano il risultato gli ospiti che sfruttano bene una ripartenza con Di Rocco per lo 0-1 a 7’13. I padroni di casa, però, reagiscono subito con un forte tiro da posizione angolata di Giliberti a 6’24 e con una palomba del capitano Lo Cascio a 5’46 per il 2-1. Pareggiano i conti i pontini a 5’17 con Gianni che la mette nell’angolino dove nulla può Lamoglia. Goreta con un siluro imparabile a 1’38 porta in vantaggio il Latina sul 2-3, ma il primo parziale si chiude sul 3-3 per la rete di Galioto, che arriva su uomo in più a 44” dalla sirena.

Lasciato solo, il mancino Tabbiani non perdona e batte Cappuccio per il 4-3 in avvio del secondo tempo. Il buon momento del TeLiMar si conferma a 5’40, con la rete di Di Patti che prova l’allungo sul 5-3. Il Latina si rifà sotto con Gianni, che in superiorità segna il 5-4 a 4’21, ma il Club dell’Addaura non ci sta e si porta sul +3 con due forti tiri centrali di Saric a 4’09 e a 1’58.

Dopo l’esibizione delle syncronette di Rari Nantes Palermo e Aquademia, si torna in vasca con il Latina al massimo della concentrazione: è il capitano Lapenna che dal centro si gira e, nonostante la doppia marcatura, riesce a infilare la rete del 7-5 a 6’53. I ragazzi di Mustur, però, sono ben messi in vasca e riescono a sfruttare una controfuga con Migliaccio per l’8-5. Il Latina trasforma un rigore con Gianni a 3’04 per l’8-6. Il terzo parziale si chiude sul 9-6 per la rete di Galioto a 2’39.

Il TeLiMar continua ad allungare il gap con Di Patti per il 10-6 a 7’24. Subito la risposta di Lapenna che a 7’05 si gira al centro e la mette dentro per il 10-7. Il match è ancora vivo ed è Occhione con un forte tiro da fuori rasente l’acqua a firmare l’11-7 a 6’38. La potenza di Saric esplode a 3’51 nel goal del 12-7. Di Rocco in superiorità dal palo a 3’32 fa ancora sperare i pontini, che con Lapenna prendono in controtempo Lamoglia per il 12-9 a 2’07. È proprio il capitano Lapenna a trascinare i suoi, segnando il 12-10 quando manca 1’23 di gioco. A spegnere le velleità degli ospiti ci pensa Migliaccio, che da ex oggi sigla una doppietta a 56”. Il match si chiude con una rocambolesca azione di Lapenna che, rubando palla a Lamoglia, a 39” fissa il risultato sul 13-11.

Da registrare le espulsioni per limite di falli per Galioto, Occhione, Saric (TeLiMar) nel quarto tempo.

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Siamo arrivati a questo match di alta classifica ben preparati dal punto di vista tecnico-tattico, fisico, natatorio e mentale. Abbiamo inizialmente contenuto e poi dominato lo squadrone del Latina Pallanuoto, pragmatico in ogni fase della partita. Ha vinto la squadra saggiamente orchestrata da coach Zoran Mustur con un susseguirsi di cambi tutti all’altezza; grandi prestazioni sia in attacco che in difesa, fra tutti particolarmente in evidenza il montenegrino Saric, che conferma il grande stato di forma mostrato già contro il Settebello, il vice capitano Di Patti e il portiere Lamoglia, che oggi ha dimostrato il suo vero valore. Siamo a questo punto del campionato in una posizione di classifica che meritiamo e guardiamo avanti con maggiore serenità avendo meritatamente battuto una delle principali pretendenti alla promozione in A1».

Parziali: 3-3; 4-1; 2-2; 4-5.

Superiorità: TeLiMar 3/7; Latina 3/13 + 1 rigore.

Il Tabellino

TeLiMar: 1. Lamoglia, 2. Tuscano, 3. Galioto (2), 4. Di Patti (2), 5. Occhione (1), 6. Lo Dico, 7. Giliberti (1), 8. Saric (3), 9. Lo Cascio (1), 10. Tabbiani (1), 11. A. Fabiano, 12. Migliaccio (2), 13. Sansone – Allenatore: Zoran Mustur

Latina PN: 1. Cappuccio, 2. Tulli, 3. De Bonis, 4. Goreta (1), 5. Gianni (3, di cui 1 rig.), 6. Falco, 7. Castello, 8. Barberini, 9. Lapenna (5), 10. Priori, 11. Di Rocco (2), 12. Giugliano, 13. Marini – Allenatore: Maurizio Mirarchi

Arbitri: Michele Minelli di Trieste e Filippo Gomez di Napoli.

 

Alessia Anselmo Ufficio Stampa TeLiMar

Print Friendly, PDF & Email