A2 M – La Barbato Design Ancona si arrende con onore a Padova



Plebiscito Padova-Barbato Design Ancona 9-7
(2-2, 2-1, 3-3, 2-1 )

Plebiscito Padova: Destro, Segala, Spessato Tommaso, Cecconi 1, Savio 1, Tognon, Gottardo, Robusto 1, Zanovello, Jovanovic 3, Rolla 1, Conte 2, Tomasella. All. Fasano.

Barbato Design Vela Ancona: Bartolucci E., Casieri 1, Pugnaloni, Pantaloni, Baldinelli, Cesini 2, Breccia, Dipalma, Barillari 1, Bartolucci D. 1, Sabatini 1, Ciattaglia 1, Alessandrelli. All. Pace I.

Arbitri: Braghini e Nicolai.
Note: espulso per proteste Pugnaloni nel III t.; sup. num. Padova 2/9, Vela 5/13.

Padova – Una buona prova non basta alla Barbato Design Ancona per raccogiere un risultato positivo nella trasferta di Padova. Dorici in partita per tutta la gara, pur privi di capitan Simo e di Pieroni. Nella seconda metà del match i patavini riescono a mettere due lunghezze di distacco sugli anconetani costretti a rincorrere, quindi a toccare anche il massimo vantaggio (+3) nel quarto tempo, prima del gol conclusivo di marca anconetana a circa un minuto dal termine che fissa il risultato sul 9-7. Una prestazione di spessore, nonostante la sconfitta, come conferma il tecnico anconetano Igor Pace al termine della gara: “Una buona prova, la nostra, e per tante ragioni, per come ci siamo arrivati, per le qualità dell’avversario, per le assenze… Loro hanno giocato a pressing a tutto campo con le mani addosso dal primo all’ultimo minuto, quindi la differenza in queste partite la fanno le percentuali in superiorità numerica e il metro arbitrale. Abbiamo realizzato 5 gol in superiorità, che non sono male, certo che poi gli episodi non ci hanno aiutato, ogni volta che abbiamo un po’ abbassato l’intesità difensiva l’abbiamo pagato. Comunque sul piano del gioco è stato un passo avanti rispetto alla scorsa settimana. Confido in un’ulteriore crescita della squadra”.

 


Foto: Giacomo Sabatini contro la Plebiscito lo scorso anno al Passetto

Ufficio stampa Vela Nuoto Ancona

Giuseppe Poli

Print Friendly, PDF & Email