A2 M – Latina PN continua a vincere

LATINA PALLANUOTO – MURI ANTICHI CATANIA 9-8  (2-2) (0-0) (4-3-1) (3-3)

LATINA PALLANUOTO: Bonito, Simeoni, Mattiello (1), Migliaccio (1), Mauti (1), Falco, Mellacina (1), Maras (3), Parisi (1), Priori (1), Barberini, Mele, Giugliano. All. Mirarchi

MURI ANTICHI CATANIA: Ruggieri, Fellner (2), Nicolosi, Zovko (1), Leonardi, Aiello (2), Scebba (1), Belfiore, Castagna, Paratore, Zummo, Impellizzeri, Calarco. All. Puliafito

Arbitri: sigg.Scillato, Rovandi
Superiorità numeriche: Latina Pallanuoto 3/7;  Muri Antchi 2/7
Note: spettatori circa 400. Espulso Mele (L) per proteste nel terzo quarto. Nessuno uscito per limite di falli.
Andamento partita: 2-0/ 2-2/ 3-2/ 3-3/ 4-3/ 4-4/ 5-4/ 5-5/ 8-5/ 8-7/ 9-7/ 9-8

Vittoria molto sofferta per i colori neroazzurri pur iniziano nel migliore dei modi la gara, subito sul +2 con reti di Mattiello e Maras. I Catanesi no stanno a guardare e con complicità della difesa pontina riescono ad impattare il primo quarto con Zovko e tiro “bomba” quasi allo scadere di tempo dell’americano Fellner. La squadra di Mirarchi con il passare del tempo non riusce a distendersi bene soffrendo molto in attacco dove i centroboa non ricevono molti palloni giocabili e dalla distanza vi è scarsa precisione nel tiro. A fine gara contiamo 29 tiri effettuati dal team neroazzurro. Troppi per averne concretizzati solo 9. I Muri Antichi di contro sono in parte completamente “sbarrati” dal muro Bonito ma quasi sempre centrano la porta. In tal modo la partita scorre sul filo di un equilibrio precario che sembra rompersi tra la fine del terzo ed inizio ultimo quarto, quando finalmente i neroazzurri colpiscono bene in sequenza. Prima Mellacina da posizione 3 defilata in superiorità a fine terzo tempo, poi, ancora in superiorità Parisi con tapin su assist di Mellacina, quindi Migliaccio dalla distanza con tiro a fil di traversa tanto potente quanto preciso. Il pubblico si esalta e la panchina sembra rasserenarsi per il triplo vantaggio acquisito. Troppo presto per esultare. Catania c’è e risponde alla grande. Fellner (ancora lui) con un fendente di rara potenza, poi Aiello in superiorità rimettono in discussione la partita. Le fasi finali sono convulse ma Maras riesce con un colpo “mancino” a riportare il doppio vantaggio per la squadra pontina. Ancora un’emozione, la regala Calarco che sigla a 36 secondi dalla fine la rete del -1 per i Muri antichi. La partita finisce qui e Latina pallanuoto può assaporare il gusto della vittoria comunque voluta seppur sofferta. Onore al merito ad un avversario che ha mostrato carattere e cuore fino alle battute finali.

IL COMMENTO DEL COACH MAURIZIO MIRARCHI
‘’ Sapevo che questa era una partita combattuta, avremmo dovuto controllare meglio quando eravamo 3 goal avanti a pochi minuti dalla fine invece abbiamo fatto riaprire la partita.Comunque prendiamo i 3 punti ed ora abbiamo una settimana di pausa.’’

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DAMIANI
” Ancora una vittoria, sofferta e combattuta contro i Catanesi che non hanno mollato mai.
Il risultato poteva essere più ampio, nostra responsabilità, alcuni errori o perdita di lucidità hanno consentito agli avversari di restare in partita fino all’ultima azione.
Dobbiamo giocare da ” squadra ” le individualità sono importanti ma, le vittorie arrivano sempre dal gioco di squadra.
Mi aspetto una giusta riflessione da parte di tutti gli atleti, la stagione e’ lunga ma, noi non intendiamo solo partecipare, gli obiettivi sono chiari e non possiamo permetterci di sbagliare.
Siamo secondi in classifica, ci attende un turno di riposo e poi la capolista Salerno, c’è il tempo per preparare adeguatamente la sfida.”

 

Latina PN

Print Friendly, PDF & Email