A2 M – Lavagna ’90: finalmente la sosta

Finalmente la sosta! Alla fine del girone d’andata della Serie A2 il bilancio per la Prima Squadra del Lavagna ’90 non può che considerarsi positivo. Chiude a 24 punti, frutto di otto vittorie e tre sconfitte contro le prime tre squadre della classifica, e cioè Vela Nuoto Ancona , Camogli e Torino, a soli tre punti, e scusate la ripetizione del numero ma sembra una costante, dalla vetta del torneo. Il compito che aspettava la squadra allenata da Andrea Martini, allestita dal Presidente Ezio Firenze coadiuvato dal Vice Giuliano Cella e dal Direttore Sportivo Emanuele Governari, cioè quello di conquistare una salvezza tranquilla si può dire assolto. La squadra, pur essendo tra le più giovani del torneo se non la più giovane, ha dimostrato solidità in tutti i reparti partendo dai portieri Filippo Agostini e Antonio Gabutti, con l’esordio nell’ultima partita del giovane portiere Under 17 Pietro Capelli, con una difesa ben schierata ed arcigna sui centri con i marcatori Matteo Pedroni e Francesco Cotella, con gli universali Matteo Villa, Francesco Luce, Luca Pedroni, Federico Cimarosti, Luca Bianchetti e Sebastian Botto a difendere ed attaccare diversificando gli schemi di attacco, dove Giorgio Cotella, Alessandro Casazza e i due centri Elio Menicocci e Lorenzo Magistrini hanno raccolto e concluso al meglio il grande lavoro di tutta la squadra. Lo spirito di gruppo ha permesso ai giocatori lavagnesi di aiutarsi nei momenti difficili, vedi partita di Como, e superare le difficoltà che in un torneo cosi’ equilibrato si presentano ad ogni partita, molte delle quali si risolvono nell’ultimo tempo e negli ultimi minuti. Quindi la squadra ha dimostrato una maturità non sempre riscontrabile in atleti così giovani e doti tecniche in tutti i giocatori che confermano appieno la loro appartenenza a questa categoria.
Ora godiamoci la sosta, e poi sotto con il girone di ritorno.

Luca Castagnola (addetto Stampa Lavagna 90)

Print Friendly, PDF & Email