A2 M Play Off – Il TeLiMar espugna la Giuva Baldini di Camogli

Il Club dell’Addaura fa sua gara 1 della finale play-off. Appuntamento a mercoledì all’Olimpica di Palermo

Colpaccio riuscito al TeLiMar che torna a casa da Camogli con la vittoria in gara 1 della finale del Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile di Serie A2. Contro la Rari Nantes alla Giuva Baldini finisce 11-8 per gli uomini di Ivano Quartuccio capaci di soffrire, non mollando mai la presa sui coriacei avversari che provano a scavare il divario. Sotto di 3 reti quasi alla fine del terzo tempo, il Club dell’Addaura gioca uno strepitoso ultimo quarto con un parziale complessivo di 6-0 che, grazie anche ad una difesa come sempre perfetta, permette ai palermitani di giocarsi la promozione già mercoledì 26 in casa, all’Olimpica di viale del Fante.

Doccia fredda per gli ospiti che subiscono subito il goal in avvio da parte di Cocchiere. I ragazzi di Quartuccio, però, non si lasciano abbattere e agguantano il pareggio con Di Patti in superiorità a 6’44. Il TeLiMar, ottimo in difesa, costruisce molto anche in fase offensiva e ribalta il risultato con la bomba di Saric a 4’19 per l’1-2 che, di fatto, chiude il primo parziale.

Il Camogli scende bene in vasca nel secondo tempo e si porta sul 3-2 sfruttando per due volte l’uomo in più con Caliogna a 7’19 e a 5’30. A 3’11 Galioto riporta la partita in parità, ma Cuneo supera Lamoglia per il 4-3 quando mancano 1’17 al termine del secondo parziale.

La seconda metà del match vede il Camogli portarsi sul +2 con Caliogna che, su capovolgimento di fronte dopo l’ennesima parata di Gardella, segna la rete del 5-3. Il TeLiMar non si lascia sorprendere e con rabbia è Saric che accorcia le distanze sul 5-4 a 4’55. Gli uomini di Temellini, costretti ad un gioco contratto dal pressing dei palermitani, sono bravi, però, ad approfittare prima dell’uomo in più con Cambiaso a 3’12 e poi di un errore in attacco del Club dell’Addaura per portarsi con Iaci a 2’33 sul 7-4. È il capitano Lo Cascio che in più con una beduina firma la rete del 7-5 a 1’57. I liguri, però, si riportano sul +3 con un tiro di Pellerano dalla distanza a 1’37. Il TeLiMar reagisce, accorciando il gap a 1’20 con Saric che trasforma un rigore fischiato per fallo su Lo Cascio. Il terzo tempo termina, così, sul punteggio di 8-6.

A 6’55 dal termine, gli uomini del Presidente Giliberti riaprono definitivamente la partita portandosi sull’8-7 con Tabbiani, che poco dopo guadagna una occasione di uomo in più sulla quale i ragazzi di Quartuccio riescono ad orchestrare un gioco rapido, chiuso dalla rete del pareggio per 8-8 di Occhione dal centro. È lo stesso classe 2002 che completa il sorpasso dell’8-9 a 3’45. Lo Cascio trascina i suoi a 2’29 segnando in superiorità l’8-10. Il TeLiMar è preciso anche in difesa, con Lamoglia che salva in un paio di occasioni pericolose, e dilaga sul finale: lasciato solo, Di Patti a 28” chiude il match sull’8-11.

Da registrare l’espulsione per gioco violento di Iaci (Camogli) e Fabiano (TeLiMar) per proteste dalla panchina, entrambi nel quarto tempo. Indisponibile per un leggero risentimento muscolare, seppur in panchina, Andrea Giliberti, sarà a disposizione di Quartuccio mercoledì per gara 2. Appuntamento alla Piscina Olimpica Comunale di Palermo alle ore 20,00 con ingresso gratuito.

Francesco paolo Lo Cascio, Capitano TeLiMar: «L’obiettivo è vicino. È da tutto l’anno che lavoriamo a testa bassa per questo risultato. Attendiamo il Camogli mercoledì. Speriamo di chiuderla in casa, ma sappiamo che i liguri sono una squadra ben organizzata, che non molla mai. Noi, però, abbiamo tutte le carte in regola per riuscire nell’impresa».

Marcello Giliberti, Presidente TeLiMar: «Grandissima partita. Onore al Camogli per la grandissima prestazione che ha sfoderato e complimenti al pubblico, che ha tifato con grande lealtà e sportività dal primo all’ultimo secondo. Siamo partiti bene, abbiamo subito un loro ritorno veemente a secondo e terzo tempo, andando sotto di 3 goal. Abbiamo disputato un quarto tempo grandioso, recuperando questo distacco e chiudendo sul +3. Abbiamo dimostrato grande preparazione,  grande coesione del gruppo e grande resistenza mentale. La squadra ha giocato nella sua interezza con intensità e veemenza, non mollando neanche per un attimo e meritando il risultato. Tutti coloro che erano in piscina hanno fatto i complimenti alle due squadre, in particolare a noi per la resistenza che abbiamo mostrato alla fine. Dovevamo fare nostro il risultato in gara 1 per cercare di chiudere la finale mercoledì in casa a Palermo. Abbiamo fatto un importante passo, ma dobbiamo stare attenti a come approcceremo il match. Quindi, domani mezza giornata di relax al rientro e da lunedì saremo nuovamente operativi per arrivare a questa sfida finale, l’ultimo passo per la A1, pronti per chiudere la partita. Ringrazio chi ci ha sostenuto anche a distanza, l’Amministrazione Comunale che è sempre al nostro fianco. Faccio i complimenti al coach Ivano Quartuccio, al DS Lino Mesi e a tutta la squadra, con il Capitano Ciccio Lo Cascio in testa, perché i ragazzi sono davvero fantastici».

Parziali: 1-2; 3-1; 4-3; 0-5.

Superiorità: RN Camogli 3/8; TeLiMar 5/9 + 1 rigore.

Il Tabellino

RN Camogli: 1.Gardella, 2.Beggiato, 3.Iaci (1), 4.Licata, 5.Pellerano (1), 6.Cambiaso (1), 7.Bisso, 8.Barabino, 9.Cocchiere (1), 10.Mantero, 11.Molinelli, 12.Cuneo (1), 13.Caliogna (3)– Allenatore: Angelo Temellini

TeLiMar: 1.Lamoglia, 2.Tuscano, 3.Galioto (1), 4.Di Patti (2), 5.Occhione (2), 6.Lo Dico, 7.Giliberti, 8.Saric (3, di cui 1 rig.), 9.Lo Cascio (2), 10.Tabbiani (1), 11.Fabiano, 12.Migliaccio, 13.Sansone   –   Allenatore: Ivano Quartuccio

Arbitri: Alessandro Severo di Roma e Vittorio Frauenfelder di Salerno

 

Finali playoff promozione: 22 e 26 giugno ed ev. 29 giugno:

RN Camogli – TeLiMar 8-11

Campolongo Hospital RN Salerno – Latina 8-7

 

 

Alessia Anselmo Ufficio Stampa TeLiMar

Print Friendly, PDF & Email