A2 M – Roma Vis Nova cade nel finale a Bari

Avanti 8-7 la luce d’improvviso si spegne, mentre Bari inizia la rincorsa. Proprio nel quarto tempo i pugliesi mettono a segno un perentorio 3-0 che taglia le gambe alla Roma Vis Nova che nella difficile trasferta barese deve abdicare per 10-8. Un peccato perché la ìis Nova dopo un avvio non proprio positivo con un parziali negativo di 3-1, nel secondo tempo è venuta fuori alla distanza con il gioco di squadra e l’esperienza di Gobbi, Ferraro e le reti di Andria Bitadze. Poi sostanziale equilibrio nel terzo tempo. Poi proprio nel rush finale Bari ha avuto quel qualcosa in più da portare a casa tre punti molto pesanti in vista della corsa salvezza. Infatti con i risultati dagli altri campi i romani sono di nuovo risucchiati in un vortice, sono fermi a 16 punti da tre giornate e sono stati ripresi da Arechi e Cesport Napoli, due punti sotto Muri Antichi, mentre a 12 troviamo la stessa Bari che metà dei suoi punti li ha ottenuti con i leoni e può ora tornare a sperare. In cinque punti sono raccolte le sei squadre che si giocheranno la permanenza in A2.
Il pensiero del tecnico Alessandro Calcaterra. “Un peccato perché avevamo la partita in mano, ma nel finale non abbiamo concretizzato, ma preso gol di inesperienza. Non siamo andati bene con l’uomo in più (solo 2 su 13), ora la situazione in classifica si complica. Ma noi andiamo avanti per la nostra strada, con il lavoro e la grande dedizione. Del resto come all’andata ci siamo ripresi dopo questa partita. Abbiamo tanti scontri diretti, starà a noi dimostrare il valore”.

 

Roma Vis Nova

Print Friendly, PDF & Email