Alla pallanuoto della Css Verona il Premio Cangrande

Il prestigioso riconoscimento verrà consegnato il 19 febbraio prossimo grazie ai brillanti risultati sportivi ottenuti nel 2018

In settimana è arrivata una grande notizia in casa Css. Il prossimo 19 febbraio, nella speciale cornice dell’auditorium del Palazzo della Gran Guardia (Verona), il club delle Piscine Monte Bianco riceverà il prestigioso Premio Cangrande 2019, grazie ai brillanti risultati sportivi ottenuti dalla prima squadra di pallanuoto femminile nell’anno 2018.

I Premi Cangrande, giunti alla ventiquattresima edizione, vengono assegnati ogni anno dalle autorità cittadine alle realtà veronesi – e non solo –distintesi per i risultati sportivi nell’annata precedente. Oltre al Premio Cangrande d’Oro, che l’anno scorso è andato alla nuotatrice Federica Pellegrini, vengono assegnati riconoscimenti per altri atleti, squadre, allenatori, ma anche dirigenti sportivi, sponsor e giornalisti che hanno portato in alto il nome della Città di Verona.

Il 2018 per la Css si è contraddistinto per la prima e storica promozione della squadra nella massima categoria nazionale, arrivata fuori pronostico al termine di un cammino esaltante culminato nei playoff contro le migliori compagini di A2. L’arrivo in serie A1 ha portato la Css a confrontarsi con le migliori società del panorama nazionale e con atlete di livello mondiale, alcune delle quali sono state ospitate all’inizio dello scorso dicembre proprio alle Monte Bianco per un incontro di Europa Cup tra il Setterosa, allenato dal ct Fabio Conti, e l’Ungheria.

C’è grande soddisfazione nelle parole del presidente Css, Massimo Dell’Acqua: «Il conferimento del premio alla nostra società ci rende orgogliosi. Siamo veronesi e proprio da cittadini ci siamo impegnati perché anche la pallanuoto scaligera avesse un posto nell’eccellenza nazionale. Il premio riconosce alla Css, da un quarto di secolo impegnata nella gestione e promozione degli sport natatori, di avere raggiunto l’obiettivo. Ringrazio questa amministrazione e la città di Verona per averci accompagnato fin qui».

Parla anche l’amministratore del club, Andrea Campara, che traccia i piani futuri: «Stiamo lavorando per mantenere la prima squadra nell’élite nazionale. Un risultato molto importante che vogliamo con forza, sull’onda di altri obiettivi raggiunti, quali rinforzare per quantità e qualità il settore juniores di tutte le discipline natatorie, coprire tutte le categorie pallanotistiche, promuovere la cultura sportiva e dotarci di una macchina organizzativa capace di rimanere ai vertici. La parola come sempre va al campo, ma siamo estremamente fiduciosi».

 

Css Verona

Print Friendly, PDF & Email