B M – Del Bo Aqavion – Cosenza N, aria di alta classifica

Gennaro Mattiello

COMUNICATO STAMPA DEL BO AQAVION-COSENZA NUOTO

Si respira aria d’alta classifica alla piscina Scandone di Napoli dove domani, a partire dalle ore 15 (arbitro Guarnieri), sarà di scena la Del Bo Aqavion in una sfida contro il Cosenza valida per la quarta giornata del girone 4 di Serie B. Con tre giornate alle spalle si possono iniziare a delineare con maggiore esattezza le reale qualità delle squadre impegnate nel raggruppamento e di certo la compagine calabrese non può essere considerata di passaggio tra le prime classificate, nonostante le cessioni pesanti dell’ultimo mercato estivo che hanno privato il tecnico Manna di giocatori chiave come Spadafora e Trocciola. Stessa considerazione va però fatta per i grigioverdi guidati da Fabio Coda, reduci da un successo importante su un campo difficile come quello di Catania contro l’Acicastello, ottenuto con tenacia e determinazione e che ha permesso a Grimaldi e soci di restare in vetta alla classifica, seppur a pari punti con Cesport e Cus Unime.

Di conseguenza i potenziali tre punti assumono un’importanza ancora maggiore perché potrebbero dare un’ulteriore iniezione di fiducia ad un roster dall’età media molto bassa e che dovrà fare a meno, per la seconda giornata consecutiva, di uno dei suoi uomini chiave, Nicola Ferrone, ancora sotto squalifica. Saranno quindi confermati in toto i ragazzi che tanto hanno fatto bene nell’ultimo turno, compreso Gennaro Mattiello, a segno già in due circostanze: “La gara con il Cosenza è l’ennesima prova di maturità per noi. Pur non essendo al completo il nostro obiettivo è quello di vincere tutte le partite e tenere la vetta della classifica fino in fondo”. Per il centro vasca di scuola posillipina è il secondo anno consecutivo con la calottina della Del Bo Aqavion, anche se con una squadra completamente rinnovata rispetto alla passata stagione: “La rosa è cambiata in molti componenti ma ci stiamo amalgamando partita dopo partita. Siamo un gruppo fantastico e ci divertiamo molto a giocare insieme. Sicuramente c’è qualcosa ancora da migliorare ma, con il passare delle settimane, troveremo la giusta quadratura del cerchio per continuare a puntare in alto”.

 

Giulio D'Onofrio

Print Friendly, PDF & Email