B M – La Sea Sub Modena si inceppa all’Olimpica di Como

Montante

Pallanuoto Como – Sea Sub Modena 11-6 (2-0, 3-3, 2-1, 4-2)

Pallanuoto Como: De Nicola, A. Crivellin N, Riccioli2, Maresca, Tedeschi4, Cisani, Colombari, Dato, Orsigliani 1, Arnaboldi, Genoni 3, Barzon 1, Uliassi.
All. Kiss

Sea Sub Modena: Pederielli, Campolongo 1, Montante, Spaziano 1 , Marzola 1, Colonnesi , F.Araldi, Calabrese, Lodi, Caroli, Righetti 2, Gualdi 1, Cojacetto
All. Araldi A.

Arbitro: sig. Paduano
Superiorità numeriche: PN Como 2/6 rigori 1/1 Sea Sub Modena 1/12 rigori 0/0
Piscina Olimpica Como
Pubblico – circa 90

La Sea Sub Modena si inceppa all’Olimpica di Como nella giornata in cui i padroni di casa, con il recupero di tre giocatori fondamentali, ritrovano gli anticorpi alle sconfitte e incassano i 3 punti proprio quando da Modena ci si attendeva il salto di qualità.
Dopo un inizio equilibrato, il risultato si è sbloccato sul finale del primo tempo con un gol di Tedeschi ed un rigore a favore di Como quando, per occasioni mancate, Modena avrebbe dovuto e potuto aver segnato 5 volte.
La squadra non si è comunque disunita ed è rimasta in partita, giocando bene, fino al 5-4 realizzato da Marzola nel corso del terzo tempo.
Nonostante la fallosità dei lariani concedesse a ripetizione l’occasione dell’uomo in più, la Sea Sub ha evidentemente pagato dazio soprattutto in queste occasioni, non riuscendo a concretizzare la mole di gioco sviluppata. Il parziale lariano di 5-0 ha poi messo definitivamente alle corde la squadra modenese che ha avuto un sussulto quando la partita era oramai compromessa

“Per loro era già una partita da ultima spiaggia e anche se Como alla luce dei fatti ha meritato di vincere, noi non abbiamo demeritato quanto il risultato voglia sottolineare. – ha ammesso coach Araldi a fine partita – La squadra ha giocato bene, creato tantissime occasioni, ma purtroppo devo di nuovo sottolineare questo è uno sport in cui non vince il più bello, ma chi la mette dentro. Dobbiamo farci passare in fretta questo mal di trasferta.”

E’ a Padova che la Mestrina ci aspetta.

f.f.

/SEA SUB Modena

Print Friendly, PDF & Email