B M – Play Off gara 1: amara sconfitta per la Zero9

Zero9-RN Auditore Crotone 2-5 (0-0, 0-2, 1-0, 1-3)

La semifinale di andata dei play off promozione vede la Zero9 sconfitta in casa dalla RN Auditore Crotone per 2-5. Una partita tesa, sempre equilibrata, giocata ad armi pari dalle due squadre e decisa dagli episodi e dalla scarsa vena offensiva dei padroni di casa.

Zero9 Stadium gremito e vestito a festa per la prima grande partita della storia della Zero9. Al terzo anno di serie B, gli uomini del tecnico Stefano Fonti hanno raggiunto, migliorandosi anno dopo anno, i play off per cercare quella che sarebbe una inattesa scalata in serie A2.

Il Crotone è ottima squadra e lo dimostra già dal primo tempo, organizzandosi dietro con una zona M e cercando davanti di servire i due giocatori con più qualità: lo straordinario Bezic e il centroboa Namar. La Zero9 risponde con una ottima difesa pressing (che porterà avanti con successo per tutta la partita), mentre davanti è davvero sterile, ipnotizzata dall’altro fuori categoria dei pitagorici, il portiere Conti. Prevalgono le difese e la frazione termina a reti bianche.

Secondo tempo sulla falsariga del primo, fino a che gli ospiti si portano in vantaggio con la beffarda palombella di Spadafora, subito imitato da Bezic, col gol che vale lo 0-2 di fine parziale. Zero9 colpevolmente contratta in avanti, con tiri e superiorità numeriche che si infrangono sulla difesa calabrese.

A inizio terzo tempo reazione d’orgoglio dei ragazzi di coach Fonti, che prima trovano con Esposito la rete dell’1-2, poi sfiorano più volte il pareggio, non sfruttando anche una doppia superiorità.

Quarto parziale che si apre ancora con i padroni di casa alla ricerca del gol del pari, spinti dalle quasi 300 persone giunte ad assistere al match. I romani sbagliano troppo davanti, anche un tiro di rigore. Rigore che non fallisce invece Bezic, che porta i suoi sull’1-3. Questo gol taglia colpevolmente le gambe ai nostri, che subiscono in rapida successione due reti evitabili (ancora Bezic, poi il mancino Morrone) che rischiano di compromettere la gara di ritorno. Prima del fischio finale c’è tempo per il gol di Spinelli, che almeno ridà speranza ai suoi per affrontare la partita di sabato prossimo.

Le parole del tecnico romano Stefano Fonti: “Brutta partita dei miei ragazzi, nervosi, tesi, contratti, poco dinamici e soprattutto imprecisi e frettolosi nelle conclusioni. Lo 0 su 10 in superiorità è davvero eloquente e la dice lunga sulla brutta prestazione offensiva di tutti. Bene in difesa”, continua, “dove solo nel finale abbiamo commesso due errori gravissimi che probabilmente ci costeranno carissimi anche al ritorno. Davanti male nelle conclusioni e nelle scelte dei tempi di gioco. Siamo stati poco dinamici contro una squadra molto forte fisicamente, per cui era fondamentale muovere velocemente la palla sul perimetro, ma oggi non siamo riusciti a fare niente di tutto questo”.

Dispiace perché volevamo fare bella figura, sia contro un ottimo Crotone, che tra le sue fila annovera giocatori di grande spessore come Bezic, Namar e Conti, sia soprattutto per il nostro caloroso pubblico, che è venuto numerosissimo e ci ha sostenuto fino alla fine. Li ringraziamo con tutto il cuore. Per me, per noi, che solo sette anni fa abbiamo iniziato con 18 ragazzini, vedere la piscina stracolma è stato davvero un successo”.

Prosegue ancora il tecnico: “Tornando alla partita, purtroppo l’inesperienza di molti di noi a giocare un play off e le difficoltà createci dai nostri avversari e dal nostro inutile nervosismo, ci hanno portato a commettere molti errori. Abbiamo giocato forse la più brutta partita della stagione, dopo quella giocata a Napoli con la Rari Nantes.

Il passivo di 5 a 2 è sicuramente bugiardo e ci lascia pochissime possibilità di qualificarci per la finale. Il Crotone allenato dal mio amico Francesco Arcuri è squadra tosta e oggi ha meritato la vittoria: sono stati più sereni e precisi rispetto a noi. Sicuramente ci aspetterà una piscina e un ambiente infuocato, che spingerà la propria squadra a centrare l’obiettivo della qualificazione alla finalissima, ma noi andremo a Crotone per dimostrare che non siamo così brutti come lo siamo stati oggi. Di sicuro non andremo lì per fare una gita.”

Ringraziamo ancora tutti i nostri tifosi per la calorosa e numerosa presenza in tribuna. È stato emozionante per tutti noi, tecnico, squadra e società, vedere quanto seguito può avere la pallanuoto in uno straordinario impianto come il nostro.

Sabato prossimo andremo a Crotone e daremo più del nostro massimo anche per loro. Non si molla niente. Forza Zero9!

Marcatori: Esposito, Spinelli (Zero9); Spadafora, Bezic (3), Morrone (RN Auditore Crotone).
Superiorità numeriche: Zero9 0/10 + 0/1 su rigore; RN Auditore Crotone 2/9 +1/1 su rigore.
Arbitri: Bonavita e Lepre.

 

 

Redazione Zero9, Andrea Esposito

Print Friendly, PDF & Email