B M – PN Como a mani vuote e tanta delusione

Torna da Cagliari a mani vuote la Pallanuoto Como. A mani vuote e con tantissima delusione e amarezza, con la consapevolezza di aver sciupato l’ennesima occasione per poter riassestare la propria classifica e dare una svolta a questa turbolenta stagione. Purtroppo anche contro la Promogest, nonostante il rientro di Alberto Barzon e il ritorno in squadra di Roberto Riccioli dopo l’esperienza di studio all’estero, la squadra lariana ha mostrato tutte le proprie carenze in fase di finalizzazione e i propri limiti nella gestione delle azioni di gioco, soprattutto nelle fasi più delicate della partita. Emblematico è il dato relativo alle azioni in superiorità numerica, dove la squadra comasca ha chiuso con un allarmante 2 su 16 e un rigore sbagliato.

La cronaca. Le squadre iniziano molto contratte, la paura di perdere si fa sentire, la posta in gioco è alta. La Promogest sblocca il risultato su uomo in più, Curgiolu segna la rete che rompe gli equilibri. Como non reagisce, la squadra ospite gioca lontana dalla porta e i rifornimenti per il generoso Colombara nel primo tempo sono pochi e poco precisi. I padroni di casa ne approfittano e Contini segna da posizione 2, sfruttando un ritardo in chiusura della difesa ospite. Dopo una lunga serie di errori, compreso l’errore dai 5 metri di Barzon, Como accorcia le distanze con Tedeschi e il primo parziale si chiude sul 2-1.

Si passa al secondo tempo e la sinfonia non cambia, Como spreca l’impossibile, la Promogest cinicamente ne approfitta e va in rete con Ruggeri lasciato solissimo su uomo in più e con una conclusione precisa di Martinic. Riccioli festeggia il ritorno con una rete ma ancora Contini porta il risultato sul 5-2 al cambio campo.

Kiss striglia i suoi, ma la reazione non arriva, ancora Martinic porta i padroni di casa sul 6-2. La squadra ospite continua a sprecare azioni in superiorità e a sbagliare conclusioni clamorose davanti alla porta, esaltando il portiere di casa. Tocca al giovane Arnaboldi assumersi la responsabilità di accorciare le distanze e poi Genoni su rigore fissa il risultato sul 6-4, ma Pintor, ancora una volta lasciato solo sui 2 metri su uomo in più, riporta i padroni di casa sul +3 alla fine del terzo tempo.

Nel quarto tempo, il filo conduttore della giornata prosegue, Tedeschi sciupa una palla a centrocampo e un gol solo davanti alla porta, la Promogest sbatte contro il pressing avversario, Genoni suona la carica e porta gli ospiti a -2. Le conclusioni sono però ancora imprecise, Colombara trova il -1 a 30 secondi dalla fine. Si prova il tutto per tutto, ma Martinic viene lasciato solo davanti la porta e sigla il +2 a 1” dalla fine.

L’incontro si conclude così, con i padroni di casa che agganciano in classifica la Pallanuoto Como, che rientra in Lombardia con l’ennesima sensazione di amaro in bocca.

I giochi per la salvezza si complicano molto e per i ragazzi di Kiss sembra essere arrivato il momento di riacquisire quella sicurezza nei propri mezzi che sembra esser scivolata via, portando i lariani al penultimo posto in classifica.

Già da sabato prossimo a Como contro il fortissimo Modena, bisognerà provare a far punti importantissimi in chiave salvezza.

 

PN Como

Print Friendly, PDF & Email