Bogliasco, migliore società d’Italia

La dittatura sportiva del Bogliasco Bene non conosce opposizione. Per l’ottavo anno consecutivo, il nono in assoluto nella propria storia, il sodalizio biancazzurro conquista il prestigioso Trofeo del Giocatore e con esso il riconoscimento di miglior società pallanuotistica italiana sbaragliando la concorrenza di oltre 130 realtà operanti su tutto il territorio nazionale.

Merito soprattutto di un settore giovanile all’avanguardia, capace di fare incetta di scudetti e medaglie confermando la propria vocazione nel trasformare i piccoli atleti del circondario nei campioni di domani. Ma gli elogi sono anche per le prime due squadre, quella maschile e quella femminile, compagini ad altissimo tasso di genovesità ormai divenute presenze fisse nel massimo campionato italiano.

Il dominio bogliaschino nella classifica più importante della pallanuoto nazionale, quella che mette assieme i piazzamenti di tutte le formazioni di ambo i sessi dall’under 15 alla prima squadra, ha trovato degna risonanza questo pomeriggio a Genova presso la Sala della Trasparenza nel Palazzo della Regione Liguria, durante la presentazione ufficiale della nuova stagione agonistica. Alla presenza del governatore Giovanni Toti, del sindaco del capoluogo Marco Bucci e del numero uno della Federnuoto Paolo Barelli il presidente Mirko Prandini ha potuto sollevare ancora una volta l’importante Trofeo. Un riconoscimento che dal 2011 non conosce altra casa che non sia la piscina Gianni Vassallo.

Un traguardo anche questo a suo modo straordinario dal momento che dal 1947, ossia dalla data di istituzione del trofeo, nessuna società era riuscita mai a mantenere un monopolio così duraturo nel tempo. “Questo record rende ancora più straordinario il nostro successo – ha affermato Prandini – ma ciò che mi inorgoglisce di più è finalmente l’averlo potuto ricevere qui a Genova, a due passi da casa nostra. Credo che dopo oggi molti genovesi avranno un po’ più presente quale incredibile sforzo la nostra piccola società compia ogni anno. Siamo a tutti gli effetti una delle eccellenze della nostra regione e finalmente ci viene reso il giusto merito di ciò. Ricevere i complimenti da parte del sindaco Bucci e del governatore Toti ha per noi un piacere significato. Ora mi aspetto che entrambi mantengano la promessa fattami di venire ad assistere ad una nostra gara. Sono sicuro che non rimarranno affatto delusi”.

E come potrebbero? In fondo non capita tutti i giorni di poter assistere dal vivo alle imprese di quella che da quasi un decennio è la miglior società d’Italia.

 

Bogliasco 1951

Print Friendly, PDF & Email