C M – Bocconi: Il Dirigente Kuhnreich analizza l’inizio di campionato

Bocconi-MI-grido

Dopo la sconfitta casalinga all'esordio contro la Locatelli, new entry del girone Lombardo, la squadra di coach Guaragno ha approfittato del turno di riposo per macinare altri chilometri di nuoto e migliorare la preparazione atletica, interrotta bruscamente dalle vacanze di Natale.

Durante la pausa, abbiamo incontrato il giocatore-dirigente Kuhnreich per porgli qualche domanda sugli obiettivi e sulla situazione della squadra universitaria.

La squadra, come ogni anno, si è rinnovata parecchio. Come valuti la campagna acquisti e come ti sembra complessivamente la rosa rispetto all’anno scorso?

La squadra mi sembra complessivamente migliorata. Certo, abbiamo perso 2 elementi di esperienza come Goffredo e Giusti ma sono stati rimpiazzati in maniera oculata. Infatti la rosa si è arricchita di un paio di 96 di prospettiva e del mancino romano Turco. Senza dimenticare il ritorno dell'esperto Zoni, che l'anno scorso è stato out tutta la stagione per infortunio, e di Pessina, sicuramente una freccia in più per l'arco dell' allenatore."

Il campionato si è allargato a 13 squadre e ha in più l’outsider ligure. Quali sono gli obiettivi stagionali della Bocconi, dopo lo splendido torneo dell’anno precedente?

obiettivo, come dichiariamo dall'inizio dell'anno, è una salvezza tranquilla. Vedendo le prime partite del campionato è evidente che ci sia un maggiore equilibrio e quindi ci sarà da lottare, ma faremo di tutto per fare meglio dell'anno scorso e superare la quota trenta punti. Possiamo giocarcela con chiunque e pertanto vogliamo raggiungere quanto prima la salvezza per poi toglierci qualche soddisfazione."

Quale squadra vedi favorita per la vittoria finale e quale la possibile outsider?

Come dicevo il livello medio  del campionato si è spostato verso l'alto, sopratutto partendo dalle  zone  basse della classifica. In avanti vedo un gruppo di 3 squadre più attrezzate rispetto alle altre come Varese,Canottieri e Metanopoli e in più aggiungerei anche la Locatelli che potrebbe sfruttare il vantaggio di giocare a Genova. Come conferma vedo l'Acquatica Torino che potrebbe ripetere lo splendido campionato dell'anno scorso dato che è davvero ben allenata e organizzata in acqua. L'outsider potrebbe essere il Treviglio, rinforzata dall'innesto di Ciccio malato che, messo in un contesto piu quadrato, potrebbe essere un valore aggiunto. E sicuramente spero che anche  noi possiamo recitare il ruolo di sorpresa ."

Ormai sei da anni il punto di riferimento per la pallanuoto Bocconi. Come gestisci il tuo doppio ruolo di giocatore/dirigente e cosa ti spinge a dedicarti così a fondo in questo sport?

La grande passione per questo sport nasce da quando ero piccolo e sto cercando, insieme ad altri ragazzi, di portare la squadra della bocconi come uno dei punti di riferimento della pallanuoto milanese. Ogni anno cerchiamo di accogliere nuovi giocatori, esperti e non, che possano alimentare questo progetto. Certo, una volta terminata l' università, sarebbe bello lasciare in eredità la gestione della squadra ad altri ragazzi appassionati come noi."

Ringraziando Kuhnreich per la disponibilità, diamo appuntamento al 23 Gennaio, ore 19.45 alla piscina Saini per lo scontro proprio contro l’Acquatica Torino, rivelazione dello scorso campionato.

 

Andrea Ciocia

Print Friendly, PDF & Email