C M – De Akker Bologna – Rari Nantes Bologna 6 – 2

De Akker Bologna – Rari Nantes Bologna 6 – 2 (2-1, 1-1, 0-0, 3-0)

De Akker Bologna: De Santis, Odorici, Barboni, Maistrello, Maestri, Bonzagni 1, Martelli 2, Bagnari, Rocca, Lorenzoni, Piccinelli, Cecconi 3, Gozzoli.
Tecnici: Furio Veronesi, Luca Alagna

Rari Nantes Bologna: Sgobbi, Leoncini, Bergo, Patti, Longino, Cenni, Pivato, Tombolà, Busuoli, Lelli 1, Sevola, Dozza 1.
Tecnici: Massimo Ponchi, Vincenzo Granato

Arbritro: Bollarusso.
Superiorità numeriche: De Akker Bologna 1/3 , Rari Nantes Bologna 1/7 + un tiro di rigore sbagliato.
Note: Nessuno è uscito per limite di falli.

Una giornata di grande importanza pallanuotistica nella piscina “C. Longo” di Bologna. Ben tre squadre della città hanno giocato alternandosi per tutto il pomeriggio e sorrette da un pubblico numeroso: la De Akker Bologna, squadra ospitante, la Rari Nantes Bologna, squadra ospite, e infine la President Bologna nel campionato di A2 contro Lavagna 90.

Alle 15:30 parte il derby tra la De Akker Bologna, appena promossa in serie C ma con l’intenzione di farsi valere, e la Rari Nantes Bologna, società più blasonata che non nasconde ambizioni di alta classifica. Partita ostica, dura come si conviene a un derby tra due squadre, che hanno voglia di giocarsela. Qualsiasi risultato sarebbe stato lecito prima del fischio d’inizio. I giocatori delle due squadre si conoscono a meraviglia, spesso sono cresciuti insieme nelle giovanili, hanno giocato insieme e si sono affrontati in allenamento con risultati alterni. Si rispettano, ma il campionato è un’altra cosa. Il rispetto passa anche attraverso la capacità di essere squadra e d’imporre il proprio gioco, spesso in modo asfissiante, cercando di mantenere gli avversari il più distante possibile dalla porta. Parte subito bene la De Akker con Martelli che realizza al 3’38’’ e al 3’02’’ alla fine del primo tempo, risponde Lelli con un pallonetto precisissimo da solo davanti al portiere e l’esperto Patti che cerca in tutti modi di dare ordine alla squadra. Il secondo e il terzo tempo procedono lenti con errori da entrambe le parti, soprattutto in fase di realizzazione, e un goal a testa nel secondo tempo realizzati rispettivamente da Bonzagni (centroboa che si è comportato molto bene, mancando per infortunio il vicecapitano Stefanelli) per la De Akker e dal giovane Dozza per la Rari Nantes. Il terzo tempo è quello più insidioso, la De Akker può chiudere la partita, ma sbaglia forse troppo in attacco spesso incontrando i pali, con la Rari Nantes che cerca di approfittare del momento e spinge in varie occasioni con tiri alla distanza neutralizzati da una difesa ben organizzata dall’esperto portiere De Santis, uno dei migliori in campo: la Rari Nantes sbaglia pure un rigore che l’avrebbe fatta rientrare pienamente in partita. Il quarto tempo ha una sola voce quella del massiccio Cecconi, che mette a segno tre goal di seguito, e le parate di De Santis che chiudono ogni possibile spiraglio alla Rari Nantes di rientrare. I coach Veronesi e Alagna, pur compiaciuti del risultato, sono poco soddisfatti della squadra che gioca bene in difesa, ma pecca ancora troppo in attacco e in concentrazione. C’è ancora molto da lavorare.

 

De Akker Bologna

Print Friendly, PDF & Email