C M – Il Piacenza raggiunge il secondo posto matematico

CAMPIONATO DI SERIE C – GIRONE 1

EVEREST PIACENZA PALLANUOTO – PALLANUOTO TREVIGLIO 21 – 9 (6-2) (6-4) (6-2) (3-1)

Piacenza: Bernardi,Branca, Alessio 3, Nani 2, Martini, Bianchi 4, Merlo2,Fanzini4, Cighetti3, Zanolli 2, Mastrogiovanni 1, Maglione, Paradiso.All. Fabio Fresia

Treviglio: Gori, Oliva 1, Trebez 1, Redaelli 1, Capitanio 2, Mazzola, Bosco, Carella 1, Tosone 2, Blandini, Bazzocchi 1, Barbati, Manenti. All. Colombo

SupNum :Piacenza 6/8  Treviglio 3/8
Rigori: Piacenza 0/0 Treviglio 0/0
Arbitro Nicoletta

E’ fatta !!! Questa volta il Piacenza non deve dare un occhio ai risultati delle altre partite e con tre giornate di anticipo fa suo matematicamente il secondo posto che gli garantisce almeno lo spareggio a Roma il 13 luglio prossimo.
Grande soddisfazione in tutto l’ambiente visto anche l’anticipo con il quale è arrivato questo clamoroso e non programmato obiettivo. “ In cuor mio ci ho sempre creduto “ sostiene il tecnico Fresia.” Adesso sono contento “.
Anche il presidente Roberto Gatti è raggiante “ Un ottimo risultato. Questa società eredita e porta avanti un grande lavoro cogliendo subito un grande risultato. Pur nelle difficoltà andiamo avanti”.
I tre punti con i quali il Piacenza si assicura lo spareggio romano arrivano al termine di una partita di classica “ fine stagione”. Forte la differenza in vasca e risultato ampiamente messo al sicuro sin dai primi minuti, comunque anche a causa di due difese abbastanza perforabili, tanto da vedere nel complesso ben 30 gol.
Già nel primo tempo il giovanissimo settebello piacentino pare archiviare la pratica trovandosi sul 6 a 1 a 31 secondi dalla fine della prima frazione di gioco. Nel giro di un minuto il Piacenza va in rete con Bianchi, grazie ad un tiro libero, Alessio in superiorità e Zanolli in controfuga. La rete di Capitanio serve solo a scaldare di più i bombardieri piacentini che grazie ad una rovesciata di Fanzini, ad un tiro di Cighetti dal perimetro e di Nani con tiro angolato si portano sul 6 a 1. Su una dormita generale della difesa piacentina arriva il gol di Oliva e sul sei a due si passa al secondo quarto di gioco.
Blandini colpisce in rovesciata al termine di una controfuga, ma Zanolli risponde in superiorità e subito dopo Bianchi realizza al termine di una controfuga. Sull’8 a 3 Trebez realizza in superioritàma dopo soli sette secondi una girata al centro di Merlo mantiene il più cinque piacentino.
La partita è lenta e sicuramente perde via via di intensità. Alla rete in superiorità di Tosone dopo una bella azione segue un’altrettanta bella giocata in superiorità questa volta dei piacentini conclusa ottimamente da Nani. Un uomo in più a favore degli ospiti giocato in velocità porta al gol Carella, ma sul finire del tempo due belle reti di Cighetti con due altrettanto ottimi tiri dal perimetro portano il risultato sul 12 a 6.
Nel terzo tempo il primo gol è di Mastrogiovanni in superiorità, al quale risponde Redaelli con un preciso tiro da fuori. Merlo dal centro realizza subito dopo Bianchi segna al termine di una controfuga. C’è poi la rete di Tosone con una bella girata dal centro ma i piacentini continuano a dilagare e prima della fine di questo terzo tempo realizzano tre reti con Fanzini in rovesciata, Alessio in superiorità ed ancora Fanzini anche lui in superiorità.
Il quarto tempo di quella che comunque resta una partita davvero importante in questa stagioneha poco da dire anche perché inizia con il risultato sul 18 a 8.
Alessio con un tiro dal perimetro e Branca in superiorità portano a 20 le reti piacentini. C’è il gol in superiorità di Bazzocchi e il ventunesimo gol piacentino è firmato da Bianchi al termine di una controfuga …… ma la testa è già a Roma.

 

Everest Piacenza

Print Friendly, PDF & Email