C M – La Libertas Roma Eur resta sulla scia dell’Ede Nuoto

Roma Waterpoolo/Libertas Roma Eur 6-8 (1-0) (2-3) (1-3) (2-2)

Libertas Roma Eur: Donnarumma-Petrini, Scassellati (2), Carrer (1), Cimini (1), Di Martino, Cipollone (1), Camposecco , Procopio cap., Neri (1), Sean, Di Giulio (2), Riviezzo, Zocca. All.Sig.Lucchini

Note: nel 1°tempo rigore a favore della Libertas (tiro parato/Cimini); espulso al 2m.e 34s. del 4° tempo Procopio (Libertas).

Vittoria sofferta ma meritata, con la partita di oggi occorre prendere coscienza che ogni squadra, ogni avversario vorrà fregiarsi del merito di aver compiuto l’impresa di fermare la nostra cara Libertas….non esisteranno avversari docili….tutti vorranno batterci e metteranno in vasca ogni singola goccia di sudore perché ciò avvenga. La partita di oggi ne è la dimostrazione, la Roma Waterpoolo mostrava grande attenzione e concentrazione in ogni fase di gioco, soprattutto nei primi due tempi dove il risultato restava in bilico. Dall’altra parte una Libertas svagata e deconcentrata concedeva l’intero primo tempo, prima di scendere fisicamente nella contesa…..e obiettivamente il risultato minimo era un po’ stretto ai romani della Waterpoolo. Poi…finita la ricreazione ecco la campanella e la sveglia….finalmente la Libertas decideva di essere squadra e di giocare collettivamente  e non cercando più le performance unitarie dei singoli atleti; era finito il momento di giocare per se. La differenza, si mostrava chiaramente e la Libertas finalmente imponeva un ritmo più alto ed effettuando  giocate pregevoli.

Al cambio lungo la partita era in parità, ma la sensazione era che la Libertas stesse cominciando a mostrare le sue vere qualità. Nel terzo tempo iniziava la tarantella…..fisicamente e tecnicamente cominciava un’altra partita e la Libertas consapevole di essere superiore prendeva il largo….e chiudeva il tempo con il punteggio fermo a proprio favore per 6 a 4.

Stesso ritmo nell’ultimo quarto….il vantaggio aumentava fino a raggiungere il suo massimo (8 a 4) ma ecco che l’imponderabile accadeva. Il nostro capitano causa un ondeggiamento sospetto del capo quasi a voler simulare un balletto con il suo avversario, veniva espulso dall’impeccabile Petrini, il quale concedeva ai nostri avversari rigore e superiorità numerica per 4 minuti a 4.26s. dal termine dell’incontro.

Qui l’elefante della scorsa settimana se per caso non era morto…stavolta sarebbe stramazzato davvero, ma quest’anno la Libertas ha una rosa decisamente più forte e dei ragazzi fantastici….volevamo questa vittoria per non essere risucchiati dalle nostre contendenti ma soprattutto per non mollare la scia dell’Ede Nuoto capolista che continua a macinare punti e vittorie, quindi, pur dovendoci difendere  in inferiorità numerica per quattro interminabili minuti, non si mollava di un centimetro il proprio avversario, a volte anche due contemporaneamente….e a parte il rigore realizzato, la Roma Waterpoolo non riusciva più ad avvicinare la Libertas nel punteggio e al fischio della sirena una gioia comprensibile illuminava i volti e gli occhi di tutti.

Considerazione finale, ho assistito oggi a eventi biblici….la moltiplicazione dei falli e dei rossi…..ho visto atleti camminare sull’acqua, mancava solo la divisione delle acque e avremmo proclamato la venuta del messia…..inutile arrabbiarsi durante il match, a posteriori meglio ironizzare e riderci sopra. Nelle vittorie e con esse, anche gli errori scendono in secondo piano.  Tanto poi si dice sempre che tutto si compensa a fine stagione….un po’ a sfavore…un po’ a favore.

Normalmente non mi dilungo sulle prestazioni dei singoli ma stasera mi sento di farlo per tre nostri atleti…per il primo ho coniato, accompagnandone il cognome  un binomio perfetto con chi meglio lo rappresenta..Petrini-Donnarumma….( atleta serio e di poche parole ma con un grande pregio è laziale) le sue lunghe braccia hanno spaventato i tiratori avversari in quei minuti di apnea…inoltre citazioni per Scassellati Pierfrancesco che ha realizzato uno dei più bei gol del match, finalizzandolo  con astuzia…capacità tecniche superiori e forte determinazione e per Di Giulio Emanuele che nel momento topico dell’incontro metteva in cassaforte il risultato a nostro favore con due precise saracche dai cinque metri. Questo nulla toglie alla prestazione complessiva più che buona di una squadra tosta.

Prossimo incontro Centumcellae…..occhio ragazzi rammentate le mie parole….nessuno ci concederà il fianco con facilità, ogni vittoria dovremmo sudarcela e le qualità le abbiamo tutte.

Forza Libertas…forza ragazzi.

Ps.per domani Domenica 4 febbraio alle ore 16 (piscina Zero9), scontro al vertice nel girone C dell’Under 20…Libertas Roma Eur vs.Babel….anche per voi ragazzi, confidiamo in una bella prestazione.

 

nella foto: Procopio cap. Di Martino, Neri

 

Cimini David

Print Friendly, PDF & Email