C M – L’Antares Nuoto Latina termina la striscia negativa

SERIE C NAZIONALE, GIRONE 5

Roma Racing – ANTARES N. LATINA 6 – 6 (0-1; 1-1; 3-3; 2-1)

Roma Racing: Serra, Vagnioni, Barberi, Usai 1, Macci 2, Goretti 1, Melchiore 2, De Giovanni, Benedetti, Medici, Casciano, Di Bello, Tarovini. Tpv: Lorenzo Tomasi.

Antares Latina: Abballe, _ , Luciano, Di Russo, Zanutel, Tasciotti 1, Mariniello, Caracuzzi 1, Battistella 3, Zamperin 1, Bagnato, Grossi, _ . Tpv: Mauro Gubitosa.

Arbitri: Ioannis / De Breceni.
Superiorità: Roma Racing 2/7 + 2 rig. di cui uno fallito; Antares Latina 4/6

Si interrompe la striscia negativa dell’Antares Nuoto Latina che nel Campionato di Serie C conquista un punto in trasferta pareggiando 6 a 6 contro la Racing Roma. I ragazzi cari al Presidente Bruno Davoli reduci da 3 stop consecutivi avevano necessità di dare una scossa ed una risposta alla crisi di risultati e di gioco che li avevano portati in questa situazione. Nel corso della gara l’Antares è stata in avanti di due gol ed ha anche avuto la possibilità in un paio di occasioni ravvicinate di portarsi alla fine del terzo tempo sul +3. Purtroppo tali chance venivano fallite ed anzi era la Racing a 3″ circa dal termine del penultimo periodo ad accorciare le distanze su una ingenuità degli atleti in calottina blu. A quel punto la quarta frazione veniva vissuta da ambo le parti sui botta e risposta e sugli episodi che potevano cambiare le sorti dell’incontro. La Racing riusciva a ricompattarsi e dopo aver realizzato il 4 a 5 e con un contro break di 2 reti si portava in vantaggio. Ma l’Antares in ogni caso era determinata e, anche se ancora convalescente e non del tutto al meglio per l’impossibilità di utilizzare una rosa completa di 13 giocatori, dava fondo a tutte le proprie energie riuscendo a trovare il gol del pari. Addirittura a 27″ dalla fine i latinensi avevano il match ball con una superiorità numerica da gestire in attacco che però non veniva sfruttata complice una debole conclusione che finiva per essere facilmente neutralizzata dal portiere del Racing. Buona la doppia direzione di gara, eccezionalmente testata dalla FIN in questa categoria così come in Serie B per gli incontri che si sono svolti in giornata nell’Impianto dello Zero9. Come si suol dire quattro occhi sono meglio di due e in questo caso è stato così, con i due referee internazionali autorevoli e precisi.

COMMENTO TECNICO MAURO GUBITOSA
“Sapevamo di affrontare un avversario come il Racing che non sta lì sopra in classifica per caso, hanno delle ottime soluzioni e una rosa competitiva in tutti i 13 elementi. Noi purtroppo eravamo un po’ rimaneggiati in quanto siamo andati a giocare in 11 tra cui Under 17 ed abbiamo fatto il possibile. La cosa che mi è piaciuta è stata l’umiltà con la quale sono scesi in acqua i ragazzi e la coesione nel stare sempre tutti uniti. Potevamo sicuramente raccogliere di più e diciamo che il pareggio ci sta un pò stretto, soprattutto se penso alla superiorità numerica avuta a circa 20″ dalla fine. Avrei preferito tornare a casa con i tre punti, però è pur vero che veniamo da un periodo problematico e sicuramente dei progressi rispetto agli ultimi match ci sono stati, ora testa alla prossima”.

COMMENTO DIRETTORE SPORTIVO GIANNI BRUSCHI
“In gergo calcistico da dove provengo si direbbe dopo tre sconfitte abbiamo preso un brodino. Un punto a testa che lascia inalterata la distanza di 9 lunghezze che ci separa dal terzo posto occupato dallo stesso Racing, anche se noi abbiamo una partita in meno rispetto ai capitolini. Peccato perché siamo stati due gol sopra ma nel momento di piazzare la zampata decisiva ci siamo fatti banalmente riprendere. Siamo poi stati bravi ad agguantare il pareggio ma grida vendetta l’ultimo uomo in più non sfruttato a dovere. In ogni caso anche se non è arrivata la vittoria almeno c’è stata la reazione di orgoglio che avevamo chiesto ai giocatori dopo le ultime brutte gare”.

 

Antares Nuoto Latina

Print Friendly, PDF & Email