C M – Libertas Roma all’ultima sfida

LIBERTAS ALL’ULTIMA SFIDA….

Aquademia/ Libertas Roma Eur 6-11 (2-2) (1-5) (2-3) (1-1)

Libertas Roma Eur: Petrini, Scassellati (1), Carrer, Buselato, Di Martino (2), Cipollone (1), Camposecco (2), Procopio cap.(1), Todini F.(2), Todini D.(1), Sean, Riviezzo (1), Zocca. All.Sig.Lucchini Luca

Dovrà sudare l’Anzio per portare a casa quella promozione tanto ambita, nella loro piscina e al loro cospetto la Libertas ribadisce con forza il suo ruolo di antagonista unitamente al Racing anch’esso vittorioso. Quella stessa vasca che allora ci impedì di gioire, oggi ci regala certezze: una ritrovata consapevolezza e determinazione unitamente ad una tranquillità nello sviluppare le trame di gioco ci fa ben sperare per il play off. Il prossimo sabato ci attende l’ultima sfida in programma nel calendario poi attenderemo lo sviluppo dell’ultima giornata per capire quale sarà il nostro destino. Sabato come oggi sarà importante essere concentrati per non lasciare nulla di intentato e non avere nessun rimpianto….e comunque in attesa che si compia il miracolo, essere in testa per una settimana sarà sempre gratificante per una squadra che quest’anno ha davvero fatto un impresa sportiva importante.

I fratelli Todini sono i protagonisti della prima frazione, entrambi portano avanti la Libertas nel punteggio ma l’Aquademia non demorde ed entrambe le volte trova il gol del pareggio. In questa frazione si conteranno ben dieci conclusioni ( escluse le reti) verso la porta veliterna segno di grande vitalità.

Nel secondo quarto la Libertas congela l’incontro….cinque reti per chiarire che oggi non è giornata per festeggiare. Camposecco in successione con due reti, Di Martino con una bella doppietta e Scassellati i protagonisti della rotonda vittoria parziale.

Terzo tempo in controllo totale e qui la Libertas dimostra la sua rinata determinazione ad ogni allungo l’Aquademia cerca di contenere ma alla fine la squadra romana, incrementa il suo vantaggio con Riviezzo e il gol numero 10 frutto di una bella azione manovrata con Di Martino lesto a servire il compagno completamente libero dalla marcatura e pronto a girare il pallone alle spalle dell’estremo difensore.

Ultimo quarto….pronti per il mare. Il capitano eurino meritatamente, mette il suo sigillo e lancia il saluto in tribuna verso la propria piccoletta festante. Del resto, c’e’ sempre un solo capitano…..Paolo l’angelo custode della nostra cara Libertas.

8 i marcatori al termine del match, il segno tangibile di una forza di squadra ancora viva e che dovrà trovare le energia per un finale di stagione speriamo esaltante. Il sogno non è svanito dovremo solo tenere duro e sperare in un po’ di fortuna, come quella mancata ad Anzio nella partita di andata.

Noi ci siamo…forza Libertas sempre……

nella foto Scassellati Pierfrancesco

 

Cimini David

Print Friendly, PDF & Email