C M – Libertas Roma Eur distratta ma vincente

Casetta Bianca – Libertas Roma Eur 10-12 (2-1) (2-4) (3-4) (3-3)

Libertas Roma Eur: Petrini, Neri (1), Carrer, Palomba (1), Di Martino (2), Cipollone, Marongiu, Procopio (capi.1), Todini (3), Cimini (2), Salvatori, Mauro (1), De Luca (1). All.Lucchini Luca

Note: Petrini para un rigore nel 4° tempo (5.45)

Non sembravano esserci 21 punti di differenza tra i due team, colpa di una Libertas distratta, molto imprecisa nelle conclusioni e disordinata in difesa. Dall’altra parte, un Casetta Bianca determinato ma con evidenti difficoltà nella costruzione della manovra anche a causa, della staticità di molti di loro e all’imprecisione nei passaggi al compagno che favorivano i ribaltamenti di fronte. Un primo tempo trascorso via tra infiniti svarioni da ambo le parti ed in ogni caso è stato il Casetta a chiudere in vantaggio frutto di due belle girate da parte del centroboa che trovava troppa facilità nel girarsi e scaraventare a rete le palle gol offerte dai suoi compagni. Nel periodo considerato gli ottimi interventi del loro estremo difensore sprangavano la porta alle conclusioni degli atleti dell’Eur e Il solo Todini teneva in piedi la Libertas con una delle sue solite conclusioni….chirurgiche. Nel secondo quarto la Libertas ribalta il punteggio ma la partita resta costantemente in bilico. Da segnalare la prima rete del nostro Under 20 De Luca che sfrutta abilmente una superiorità numerica; completano il tabellino Todini, Cimini e Neri che portano la Libertas al riposo lungo avanti di una lunghezza. Nella seconda parte del match, mentre il centroboa avversario continua a d essere una spina nel fianco della difesa della Libertas, per fortuna in attacco, gli eurini cominciano a prendere la mira giusta e a trovare i varchi per segnare e restare avanti nel punteggio. Todini da vero opportunista ribadisce in rete una palla vagante per il 6 a 5, Cimini lo imita su una nuova palla vagante chiusa alle spalle del portiere con una rovesciata per il 7 a 6, chiudono Di Martino e Procopio regalando i gol numero otto e nove. Particolarmente interessante l’intervento del capitano che si alza in volo per una deviazione in rete davvero di ottima fattura. Siamo avanti di due reti ma non siamo tranquilli, gli atleti della Giustiniana ribattono colpo su colpo ma nulla possono sull’intervento di Mauro che ribadisce in rete un bel passaggio di Palomba. Poi per un attimo si spegne la luce e la Libertas incassa due reti che rimettono in carreggiata il Casetta Bianca, la Libertas vacilla, ma riesce a mantenere i nervi saldi e con una bella conclusione di Palomba e con un tiro napoletano di Di Martino che beffa il portiere con un tiro lento ma preciso al millimetro, sorprendendolo quel tanto da metterlo in condizione di non poter intervenire, praticamente, chiudendo il match.

Nel complesso un 6 di incoraggiamento per tutti e per i tre punti conquistati, ma la prestazione ha risentito troppo della poca concentrazione messa in campo dai nostri ragazzi. Con un’altra squadra più organizzata, si sarebbe perso. Il match ha risentito anche di uno strano clima di tensione innescato forse dalla poca lucidità dell’arbitro che ha applicato il regolamento in maniera davvero soggettiva e molto personale. Per lui un bel cinque.

Ora piccola pausa (pasquale), provvidenziale direi,  necessaria ricaricare le pile e restare concentrati per il finale di stagione. Si torna il 27 contro il Campus di Ramon Garcia alla piscina dello Zero9.

Noi sempre al vostro fianco…forza ragazzi….Forza Libertas.

 

Cimini David

Print Friendly, PDF & Email