C M – Penta Modena – De Akker team Bologna 6 – 11

Penta Modena – De Akker team Bologna 6 – 11 (1-1, 0-5, 3-2, 2-3)

De Akker Bologna: De Santis, Stefanelli 2, Scozzarella 1, Maistrello 1, Maestri, Bonzagni 1, Martelli 4, Bagnari, Rocca, Lorenzoni, Piccinelli, Cecconi 2, Gozzoli.

Tecnici: Furio Veronesi, Luca Alagna

Superiorità numeriche: Penta Modena 0/2 De Akker Bologna 1/3
Note: Nessuno è uscito per limite di falli.

Una partita dura, con un primo tempo combattuto alla pari, tra due squadre che si conoscono bene, già dal precampionato. Poi, nel secondo tempo, la De Akker Bologna esprime un gioco più convincente e prende le distanze: la difesa copre bene e non offre spazi, l’attacco segna, 6 a 1 è il risultato con un parziale di 5 a 0. La partita sembra essere finita qui, ma così non è stato. La squadra modenese comincia un pressing asfissiante al limite del corretto, a volte molto maschio, con l’arbitro che lascia, forse troppo, fare e il gioco diventa duro. A metà del terzo tempo, Penta Modena sembrerebbe poter rientrare, ma ogni volta a troncare le speranze sono i giocatori più esperti, peraltro mantenendo la calma e non rispondendo a qualche fallo di troppo non rilevato. Da segnalare Martelli con ben quattro goal, i centroboa Stefanelli (Rika) e Bonzagni con qualche prodezza, Scozzarella con la sua lungimirante visione del gioco e un goal segnato in superiorità numerica nel momento opportuno e l’arcigno Cecconi che, oltre a fare la differenza in copertura, segna mediamente in ogni partita due o tre goal. Non c’è che dire, la De Akker Bologna continua la sua scia di vittorie senza essere sconfitta, dimostrandosi sempre più squadra, pur con un giocatore in meno come Barboni che salta un turno per squalifica.

Similmente vale per il percorso di Pol coop Parma che imperterrita continua a vincere: a due partite dalla fine del girone di andata De Akker Bologna e Pol coop Parma sono ancora prime a pari punti. E a sabato prossimo, a Bologna, il match decisivo che potrebbe fare la differenza. In bocca al lupo ragazzi e vinca il migliore, cioè noi.

 

Foto di Bartolo Sicari

 

De Akker Bologna

Print Friendly, PDF & Email