C M Play Off – Libertas Roma Eur P.N. – Athlon P.N. 8-6

TUTTI A MONTEROTONDO

Libertas Roma Eur P.N./ Athlon P.N. 8-6

Brillante prestazione della Libertas ieri sera nella splendida cornice del Centro Federale di Ostia. Davanti ad una importante cornice di pubblico a garantire sostegno e passione per entrambe le formazioni, la squadra di Mister Lucchini mette un importante tassello verso l’obiettivo finale. Ripreso con vigore il furore sportivo e agonistico smarrito nelle ultime gare del campionato e di nuovo tra le loro mani per le gare che contano, la Libertas dimostra compattezza e solidità da squadra di rango. Prima azione e primo gol dell’Athlon dopo appena 30 secondi sembra un dejavù ormai consolidato ma gli eurini come un’antica testuggine romana freddamente non disarmano, anzi più determinati che mai e convinti dei loro mezzi ribaltano il risultato e costruiscono azioni su azioni fino a creare quella solida base che li possa condurre alla vittoria. Peccato per quell’episodio a metà del secondo tempo che ha visto protagonisti i due numeri 10, uno a continuato a giocare imperterrito l’altro ha dovuto ricorrere alle cure mediche prima e al pronto soccorso dopo. Nulla da imputare all’arbitro che non si è avveduto della tenera carezza riservata al giovane atleta eurino e nulla da eccepire sulla corretta applicazione del Regolamento ma certamente l’evento avrebbe richiesto un maggior fair play da parte in primis dell’atleta avversario e in secondo luogo dell’allenatore che si sbracciava teneramente a bordo vasca richiamando l’arbitro affinchè accordasse un tiro di rigore mentre, ai suoi piedi, dolorante e sanguinante, l’atleta dell’Eur usciva volontariamente dalla vasca per evitare di perdere i sensi in acqua. Poco male,dopo gli accertamenti la sua stagione si conclude cosi’ , trasformeremo la sua frattura al nasino in una fritturina al mare visto che l’estate è ormai giunta, ma quello che inorgoglisce tutti noi, è stata la reazione compatta di una squadra che vuole vincere e farà di tutto per confermarsi anche a Monterotondo, dove troverà il sostegno di tutti noi appassionati di questo sport. Sul punteggio di 6 a 3M la Libertas continuava a macinare occasioni e a fallirne consentendo all’Athlon di tornare a metà del quarto tempo in corsa. Il 6 a 6 a quattro minuti dalla fine sembrava il preludio per una sconfitta. Mentre gli atleti dell’Athlon volavano sulle ali di un rinnovato entusiasmo, convinti di fare un sol boccone dei rossoblù, ecco uscire il carattere indomito della Libertas che le ha consentito di vincere oggi come in altre occasioni. La reazione vincente passava sulle mani di uno strepitoso Cipollone e di un magico Todini che consentivano il nuovo e definitivo allungo sul team talentino. Io non mollerò di un millimetro, il mio sostegno e la mia tromba sarà presente che sia vittoria o sconfitta, resterò sempre al vostro fianco.

Ottimo l’arbitraggio che tiene saldamente in mano con autorevolezza e decisione tutte le fasi delicate dell’incontro. Per i ragazzi dell’Eur è tempo di ricaricare le pile e di volgere lo sguardo verso la vasca sulla Salaria dove potrebbero finalmente dopo 4 anni vissuti intensamente scrivere la storia di questo club.

Forza ragazzi…forza Libertas.

nella foto Cipollone Pietro

 

Cimini David

Print Friendly, PDF & Email