Controfuga va in vacanza, i ringraziamenti

Come consueto provo a buttere giù qualche riga per cercare di esternare, nei limiti del possibile, tutti quei sentimenti che provo ogni qualvolta cala il sipario al termine di una stagione televisiva.

E' stata una stagione ricca di soddisfazioni per la nostra trasmissione. Ci avete seguito in tanti attraverso i vostri televisori ed attraverso i nostri canali web e social dimostrandoci, ogni puntata, tutto il vostro affetto.

Controfuga nasce sei anni fa dall'idea di un ragazzo appena ventiduenne, perdutamente, disperatamente malato di pallanuoto che ha provato a fare qualcosa di concreto per il nostro sport allestendo un programma di approfondimento dedicato. Una passione che spero, con il passare degli anni, di aver trasmesso a tutti voi che con grande attenzione ci seguite. Quest'anno abbiamo superato le duecento puntate e questo risultato è stato possibile solo grazie a chi, nel corso di questi anni, ci ha voluto affiancare…chi si è fidato ed affidato…chi, affetto come noi dal virus della pallanuoto, ha voluto dare un segnale concreto contribuendo allo sviluppo della promozione e della comunicazione della pallanuoto a tutti i livelli. E' a queste persone, a queste aziende, a questi cub che va il mio grazie più grande ed in particolar modo ai partner commerciali che abbiamo avuto l'onore di avere al nostro fianco quest'anno: la BPM Sport Management del Presidente Prof. Sergio Tosi, la Carpisa Yamamay Acquachiara dei Presidenti Chiara e Franco Porzio, Turbostore di Giorgio Iannuzzi e Zurich Barbato Assicurazioni di Sebastiano Barbato. Un ringraziamento particolare, mi sia consentito, allo staff dirigenziale delle due società sportive, prezioso nell'organizzazione settimanale per ogni singola puntata. Grazie, quindi, a Roberto Nardella per la Sport Management ed a Massimo Pezzuti, Alfonso Richiello e Mario Corcione per l'Acquachiara. Giorgio Iannuzzi, grande appassionato di pallanuoto, con il suo marchio Turbostore ha impreziosito ulteriormente i 'brand' commerciali del nostro format così come Sebastiano Barbato che da anni, ormai, ci affianca condividendo e supportando il nostro progetto.

Un grazie speciale all'emittente che da sempre ci ospita, il Gruppo Lunaset del Dottor Pasquale Piccirillo. Con il supporto della nostra Direttrice Generale Rosanna Bove, del coordinatore tecnico Antonio Biscardi, del direttore di emittente Salvatore Calise, di una professionale agenzia commerciale dedicata – per la quale ringrazio Pina La Croce (Responsabile commerciale di Controfuga), Ivana Ricciardi e Vania Atria – e con uno staff tecnico di prim'ordine si è deciso di puntare nuovamente sul 'prodotto pallanuoto' permettendo, attraverso una complessa organizzazione interna, di portare questo meraviglioso sport nelle vostre case ogni settimana. Credo che solo per questo motivo l'emittente per la quale mi pregio di collaborare meriti un premio speciale!  

Una stagione bella sotto tanti punti di vista: record assoluto di ascolti, tanta attenzione dagli addetti del nostro mondo, l'aver avuto la possibilità di ospitare in trasmissione tecnici ed esponenti della Federaziona Italiana Nuoto come i CT delle nazionali maggiori o giovanili (ringrazio, a tal proposito, l'ufficio stampa della FIN Francesco Passariello), l'aver raggiunto attraverso i nostri collegamenti telefonici o SKYPE tanti personaggi illustri, italiani e stranieri, del nostro mondo…

Nello stesso tempo, però, è stata una stagione maledetta con due puntate che non avrei mai voluto condurre…quelle dedicate a Gabriele Pomilio e Paolo De Crescenzo…anzi, avrei voluto che anche loro fossero con noi, presenti in studio nell'ultima puntata, per parlare dello sport che più amano. Senza dimenticare il ricordo di Mattia Aversa, anche lui scomparso quest'anno.

Come ho detto in puntata, voglio dedicare questa stagione nella quale abbiamo raccolto, grazie anche ai tanti supporti web e social utilizzati, i frutti di un lavoro partito da lontano a Gabriele, Paolo ed al mio papà.

In un mondo, quello della pallanuoto, che vive ancora troppo di forma e poco di sostanza, dove la meritocrazia è spesso inesistente e dove la politica ricopre un ruolo prioritario rispetto alle mere dinamiche sportive mi piaceva chiudere con il ricordo di tre persone che, chi per un motivo chi per un altro, mi hanno trasmesso valori importanti, quei valori di cui il nostro sport, ritengo, abbia disperatamente bisogno…Buona vacanze e buona controfuga a tutti!

 

Gianluca Leo

Print Friendly, PDF & Email