Promozione – Prima sconfitta per Casetta Bianca

PROMOZIONE: Prima sconfitta per Casetta Bianca

Campus Roma vs Casetta Bianca 9 – 6 (2-2, 2-2, 2-2, 3-0)

Casetta Bianca: Del Moro, Colella (1), Corsini, Aversa, Zotti (2), Islami, Viggiano, Guglielmelli (1), Fainelli (1), Pocci (1), Curatolo, Rugora, Fetonti. All: Paul Schollmeier.

Arb: Petrini T.

Si apre con la prima sconfitta stagionale il girone di ritorno per Casetta Bianca che nel match infrasettimanale dell’ottava giornata non riesce a bissare il successo dell’andata. I ragazzi di coach Schollmeiersfoderano in acqua probabilmente la miglior prestazione tra quelle viste nelle ultime partite, cedendo il passo soltanto all’ultimo tempo, dove gli errori individuali da una parte e le precise finalizzazioni dall’altra hanno fatto la differenza.

Che la partita sia all’altezza delle aspettative si capisce sin dal primo quarto, con entrambe le squadre concentrate in difesa e pronte a pungere in attacco. Sono gli ospiti a portarsi in vantaggio per due volte finalizzando prima con l’uomo in più e poi costruendo bene l’azione dopo il time out, ma si fanno riprendere sul pareggio in entrambe le occasioni.

Secondo periodo che è fotocopia inversa del primo, il Campus prova ad allungare non riuscendo mai ad andare oltre il +1. I padroni di casa si portano primasul 3 a 2 grazie ad una buona girata del proprio centroboa, autentica spina nel fianco per la difesa ospite, e ancora sul 4 a 3 concludendo da posizione centrale la prima occasione di superiorità numerica.Casetta Bianca è costretta ad inseguire ma lo fa in modo ordinato e porta i ragazzi di Ramon Garcia al giro di boa sul 4 pari.

La trama della partita resta invariata anche a campi invertiti. Dopo il momentaneo 4 a 5 realizzato dal rientrante Guglielmelli, sono gli ospiti ad avere la possibilità di allungo ma le conclusioni che potrebbero regalare il primo +2 della partita non sortiscono l’effetto sperato e così, nell’arco di 60 secondi, Casetta Bianca si fa prima riprendere, concedendo un tiro di rigore, e poi sorpassare su una veloce ripartenza mal gestita dai difensori in calotta blu. Quando il terzo periodo sembra ormai volgere al termine, è Zotti che sfrutta nel miglior modo possibile il rientro dal time-out e piazza il colpo del 6 pari.

Esattamente come nella partita di andata, è di nuovo l’ultimo quarto a decidere il match, stavolta in modo opposto a come era avvenuto in precedenza. I ragazzi di Ramon Garcia tengono bene in difesa e sfruttano meglio le azioni offensive portandosi sul 7 a 6. Il rammarico di Casetta Bianca comincia a prendere forma quando nei successivi due minuti vengono dilapidate tre limpide occasioni di pareggio, con altrettante conclusioni affrettate e poco precise che da posizione defilata non creano particolari pensieri al portiere di casa. Arriva così il primo allungo della partita con il Campus che sigla il gol del momentaneo 8 a 6 a tre minuti abbondanti dal termine. Le speranze dei ragazzi di Schollmeier svaniscono definitivamente quando l’ultima superiorità numerica si conclude con una conclusione smorzata dalla difesa bianca, vedendo così sfumare l’opportunità di riaprire la partita a 120 secondi dal termine. Il gol del finale 9 a 6certifica una sconfitta meritata per Casetta Bianca, che nella frazione conclusiva non riesce a mantenere la lucidità e a fare propri gli ultimi episodi della partita.

Il commento del tecnico Schollmeier

“Innanzitutto faccio i complimenti al Campus Roma per l’organizzazione della partita e soprattutto per il folto pubblico sugli spalti; da appassionato di questo sport non posso che essere contento nel vedere sulle tribune tantissimi giovani futuri pallanuotisti determinati a fare il tifo per la propria squadra e mi auguro che la partita, combattuta ma corretta, abbia offerto loro gli spunti e la voglia per crescere in questa disciplina. Contro questa squadra le sfide sono sempre molto tirate, combattute fino all’ultimo secondo, questa volta sono stati bravi loro a ottimizzare le occasioni a favore nel quarto tempo, meritando pienamente la vittoria.

Noi, di contro, avremmo potuto e dovuto fare di più nell’ultima frazione, dove siamo stati poco lucidi e determinati in fase conclusiva. Sono mancati nel nostro bottino proprio quei gol che all’andata avevano indirizzato la partita a nostro favore, creando la distanza nel momento decisivo.

L’approccio alla partita da parte dei miei non mi è per niente dispiaciuto, sono scesi in acqua concentrati e con la giusta cattiveria, è mancato solo quel guizzo in più che spesso abbiamo nell’ultimo quarto. Ora dobbiamo lavorare sodo, ripartendo da prestazioni di questo livello, andando a colmare le nostre lacune per raggiungere i playoff.”

 

Redazione Circolo Casetta Bianca

Print Friendly, PDF & Email