U 17 B Finali – Tabellini & Commenti 4a giornata

logo-finali-u17b

FINALE CAMPIONATO ITALIANO UNDER 17 B                       
venerdì 19 giugno 2015                                                         

Incontro N° 13                                               

SAN MAURO NUOTO  –  BERGAMO PN      9 – 2    (1-1, 0-1, 4-0, 4-0)

San Mauro Nuoto: Principe A., Andre' G., Esposito S. 2, Fusco A., Confuorto G., D'Amore F., Tornatore L., D'Avino A. 1, Vaccaro M. 3, Selcia M. 3 (1 rig), Manfrellotti M., Alliegro S., Veneruso D..
TPV: Di Pasqua Oreste
Bergamo PN: Facchinetti F., Gotti M., Pedersoli A., Bertuletti S., Squintani S., Giuga L., Vendola M., Nespoli L., Squintani D., Pinto A., Fumagalli E. 2, Cerea V., Persiani A..
TPV: Brugali Simone

Arbitro: Sig. Piccoli Andrea di Trieste
Giuria: Torti G., Moro G.M., Laureni C.
Giudice Arbitro: Trovò Walter di Pavia

Sequenza: 1-0, 1-1, 1-2, 5-2, 9-2
Superiorità numeriche: San Mauro Nuoto 2/6 + T.R. 1/1; Bergamo PN 1/3
Nessuno uscite per limite di falli; Espulsi: Fumagalli E. art. 21.13 (B) a 4'20" del IV quarto,
Note: Ammonito Di Pasqua O. (tecnico San Mauro) a 0'33" del II quarto, Espulso Falcone (dir. San Mauro) a 1'05" del III quarto

Tabellino PDF

Inizia la serie dei quarti di finale e la prima partita è San Mauro contro Bergamo. Gli incontri sono a eliminazione diretta, quindi nessuna delle due squadre può permettersi di sbagliare. Il gioco è concitato, le due formazioni si fronteggiano e giocano tutte le proprie carte. Il San Mauro passa in vantaggio, ma il Bergamo rimonta e sorpassa subito dopo. Il giro di boa di metà gara vede le squadre appaiate, ma il terzo parziale è un assolo del San Mauro che colpisce per tre volte gli avversari che, storditi, non riescono più a trovare il filo del proprio gioco. I napoletani chiudono in grande stile allungando sempre più sui padroni di casa che vengono così eliminati dalla corsa per il titolo, mentre il San Mauro approda in semifinale.


Incontro N° 14

SPORTIVA STURLA  –  ACQUACHIARA      8 – 6    (1-3, 0-1, 2-0, 1-0)

Sportiva Sturla: Piombino L., —- ., —- ., Stefanoni R. 2 (1 rig), Larosa F., Orsi P. 1 (1 rig), Raco F., Giuntini S. 2 (1 rig), Danovaro M. 1 (1 rig), Canedoli E. 1, Cornacchia G., Solari P., Gattorno G. 1.
TPV: Greco Matteo
Acquachiara: Gaeta E., Santamaria S., Zazzaro G., De Gregorio D., Ronga M., Barberisi D. 1, Fiore L. 1 (1 rig), Bianco A., Caccavale C. 3 (2 rig), Di Maro L., Ciardi E., Tozzi Idioti V. 1, Cicatiello R.,
TPV: Petrucci Alberto

Arbitro: Sig. Minelli Michele di Trieste
Giuria: Torti G., Moro G.M., Laureni C.
Giudice Arbitro: Trovò Walter di Pavia

Sequenza: 0-1, 1-1, 1-3, 1-4, 3-4, 4-4, 5-4, 5-5, 6-5, -, -,  -, 7-5, 7-6, 8-6
Superiorità numeriche: Sportiva Sturla 2/10 + T.R. 4/5; Acquachiara 1/7 + T.R. 3/5
Nessuno uscite per limite di falli;
Note: Ammonito (tecnico Acquachiara) a 2'43" del III quarto. Espulso dir. Acquachiara a 6'00" del IV quarto

Tabellino PDF

L'Sturla è la seconda squadra a conquistare la semifinale al termine di una gara contro l' Acquachiara il cui esito è stato in discussione fino ai tiri di rigore. I napoletani impongono il proprio ritmo per tutta la prima metà di gara, mentre i liguri sono contratti e senza idee in fase offensiva, incapaci di impensierire il portiere avversario. Al contrario durante il terzo e quarto tempo sono i genovesi a fare la partita e a cinque minuti dal termine impattano gli avversari sul 4 a 4. Ultime azioni della partita molto concitate, ma senza gol; si va ai tiri di rigore dove lo Sturla si impone e conquista il suo posto in semifinale.


Incontro N° 15

GP MODUGNO  –  MODENA NUOTO      6 – 2    (1-0, 4-0, 0-1, 1-1)

GP Modugno: Fera G., Casieri A. 1, Diana F., Pascazio M., Diegone C., Pascazio E., Del Core B., Gregorio G. 1, Caringella A. 2 (1 rig), De Luce G. 1, Corallo I., Concina A. 1, Mancino R..
TPV: Carbonara Francesco
Modena Nuoto: Zaccaria E., Palma Emi P., Pasculli G., Goldoni F., Montante G., Ghelfi G., Araldi F., Caroli F. 1, Ferri L., Marzola D. 1, Righetti M., Taddei F., Pederielli M..
TPV: Pederielli Andrea

Arbitro: Sig. Spiteri Ronnie di Malta
Giuria: Comizzoli M., Bacher L., Nicoletti F.
Giudice Arbitro: Trovò Walter di Pavia

Sequenza: 1-0; 5-0; 5-1; 6-1, 6-2
Superiorità numeriche: GP Modugno 3/9 + T.R. 1/1; Modena Nuoto 1/4
Usciti per limiti di falli: Marzola D. (M) a 3'08" del IV quarto

Tabellino PDF

Bella vittoria del Modugno ai danni del Modena che consente ai pugliesi di accedere alle semifinali senza troppo sforzo. Modugno che difende forte e segna con costanza, a metà gara il risultato è di 5 a 0, mentre il Modena prova a contenere le incursioni avversarie senza trovare la via del gol. Punteggio di 5 a 1 all'inizio dell'ultima frazione di gara con gli emiliani che tentano il tutto e per tutto, ma così facendo si scoprono ulteriormente agli attacchi avversari e non riescono a tornare in partita. Modugno che si va a collocare tra le migliori quattro squadre, mentre il Modena è costretto ad abbandonare la lotta per il titolo.


Incontro N° 16

RN FLORENTIA  –  EDE NUOTO      7 – 5    (0-1, 2-2, 5-1, 0-1)

RN Florentia: Roma F., Taverna G., Travaglini F., Benvenuti N., Lepore F. 1, Calcaterra E. 3 (1 rig), Turchini F. 2, Mannini G., Ramacciotti T., Partescano P. 1, Vannini D., Pisani M., Sammarco A..
TPV: Minetti Luca
Ede Nuoto: Rambaldo C., Ponzo F., Mascioli P., Paoletti A. 1, Castaldo A., Marini L., Valenti M. 1, Folcarelli F., Valenti E. 1 (1 rig), Zafferami L. 2, Stella G., Madeo D., Fava A..
TPV: Cappuccini Davide
Arbitro: Sig. Nicolosi Giuliana di Catania
Giuria: Comizzoli M., Bacher L., Nicoletti F.
Giudice Arbitro: Trovò Walter di Pavia

Sequenza: 0-1; 2-1, 2-3; 4-3, 4-4, 7-4; 7-5
Superiorità numeriche: RN Florentia 2/6 + T.R. 1/1; Ede Nuoto 2/7 + T.R. 1/1
Usciti per limiti di falli: Mannini G. (R) a 0'40" del IV quarto,
Note: Ammonito Minetti L. (tecnico RN Florentia) a 5'47" del III quarto

Tabellino PDF

La quarta semifinalista si decide nella sfida tra Florentia ed Ede. I toscani partono favoriti visti i miglior risultati ottenuti nei gironi, ma i romani partono forte decisi a giocarsi le proprie possibilità. Le squadre si alternano al comando della gara e il risultato rimane incerto; se i toscani sono più precisi al tiro, i romani si propongono in avanti con più grinta e la gara rimane in sostanziale parità. Soltanto nel finale la Florentia riesci a prevalere mettendo a segno un break e portandosi a più tre sugli avversari e assicurandosi la gara e un posto in semifinale.

Print Friendly, PDF & Email