U15 M SF – AN Brescia conquista la finale

Dopo l’Under 17, anche l’Under 15 maschile si qualifica nelle migliori otto formazioni d’Italia e, dal 9 al 12 agosto, sarà al centro federale di Ostia per giocarsi il titolo nazionale di categoria: nel girone di semifinale ospitato alla piscina di Mompiano, i ragazzi di Enrico Oliva partono col piede giusto sconfiggendo l’Airon Club con un rotondo 14 a 5, e, nel secondo turno, replicano esprimendosi in modo eccellente, rifilando un netto 12 a 5 alla quotata Rari Nantes Savona. Con sei punti in carniere, l’An centra il passaggio alle finali con una giornata d’anticipo e l’incontro conclusivo con il Bogliasco 1951 (altro team qualificato anzitempo avendo superato gli stessi avversari) diventa una formalità. In ogni caso, da parte bresciana, la voglia di fare bene non si riduce ed è così che si concretizza l’11 a 7 con cui l’An piega i genovesi, terminando a punteggio pieno il raggruppamento.

Il passo decisivo rimane, comunque, la gara con Savona: davanti a una compagine di tutto rispetto, i giovani biancazzurri scendono in acqua determinati e con le idee ben chiare su cosa fare. Per tre tempi gli ospiti sono in balia dell’An che arriva all’ultimo intervallo in vantaggio di 11 reti (12 a 1), rendendo il quarto tempo un semplice conto alla rovescia per il successo finale.

«Se, contro l’Airon Club, non tutto era filato liscio – afferma coach Oliva -, la prova contro Savona è stata di grande soddisfazione: la performance difensiva è stata mostruosa, in tre tempi, un solo gol al passivo. In avanti, abbiamo giocato con calma, gestendo la palla da squadra matura, sempre cercando la soluzione migliore. Sono davvero contento di quanto fatto in questa partita. Complessivamente, nelle partite di oggi abbiamo giocato una pallanuoto di alta qualità: contro avversari con tradizioni importanti, abbiamo dimostrato di essere all’altezza. Siamo contenti del percorso fatto come squadra e della crescita dei singoli, prepariamo le finali di Ostia per toglierci delle belle soddisfazioni. Se giochiamo uniti, pronti a aiutare i compagni, si è visto che qualcosa viene fuori; i ragazzi hanno capito che il lavoro paga, che occorre impegno e spirito di sacrificio. Su tre formazioni maschili, questa è la seconda che arriva alle finali nazionali, vuol dire che si comincia a raccogliere i frutti del progetto di crescita del vivaio».

 

Ufficio Stampa AN Brescia

Print Friendly, PDF & Email