U20 M – Esordio in chiaroscuro per la Lib. Roma

Villa York P.N/ Libertas Roma P.N. 11-11 (3-2) (1-3) (2-4) (5-2)

Libertas Roma PN: Guerra, Neri cap.(1), Zulian, Guglietta, Capolongo (2), Giovannini S.(1),

Cirilli, Todini D.(2), Macilenti (1), Buselato (1), Rinforzi, Fantauzzi (2), Sorrentino (2).

Responsabilità, questo e’ il  termine che mi sento di coniare per riassumere una prestazione discreta ma decisa n negativo nel risultato per la Libertas a 16secondi dal termine, per la mancanza di lucidità che la squadra avrebbe dovuto mantenere in quegli ultimi fatali 30 secondi….inutile cercare colpe perché si e’ squadra nel bene e nella cattiva sorte. Alla fine un pareggio sostanzialmente giusto ma che la Libertas aveva in pugno ( a 1.37 in vantaggio di due gol).

Primo tempo che scorreva via tra troppe imprecisioni e fretta nei rilanci, si contrastava il gioco del Villa York e si rimaneva in scia in virtù di un avversario anch’esso impreciso e dalla buona prestazione del nostro estremo difensore.

Nel secondo la Libertas accelerava i ritmi e i nostri avversari non riuscivano piu’ ad essere incisivi come nel 1° quarto, maggor pressing metteva in apprensione le giocate degli avversari e una maggior precisione nel tiro dalla distanza, consentiva alla Libertas di chiudere in vantaggio al cambio vasca.

I ritmi restavano alti anche nel quarto successivo e la Libertas sembrava padrona del suo destino, ma l’espulsione definitiva di Fantauzzi ( raggiunto limite di falli) apriva un piccolo problema nella disposizione della squadra. Certamente un assenza che, secondo il mio parere, avrebbe pesato.

Malgrado i nostri avversari non avessero certamente piu’ benzina di noi, la differenza la faceva quella parolina citata all’inizio, mettiamoci anche un gran cuore da parte del Villa York ecco servita la fritta perfetta.

Dopo la rete dell’11/10, occorreva semplicemente gestire gli ultimi 30 secondi ( il tempo disponibile per completare il proprio ciclo d’attacco) ma la mancanza di lucidità che faceva il pari con la mancanza di responsabilità consentiva….un contropiede….esatto un contropiede 3 contro 5…..che naturalmente non poteva che concludersi con la rete del pareggio.

Peccato, iniziare bene avrebbe consentito comunque un analisi piu’ tranquilla e obiettiva di quello che e’ successo durante il match, invece il pareggio ci obbliga ad andare a vincere il prossimo incontro certamente non facile, visto che incontreremo un team abituato anch’esso a giocare con una prima squadra di Serie B…

Noi saremo sempre al vostro fianco ma, ora, ragazzi impegno e dedizione sono d’obbligo per non restare indietro.

Chiudo con un elogio al nostro estremo difensore che ha giocato con impegno e grande forza di volontà, spesso chiudendo la porta ai tiri degli avversari e risultato alla fine il nostro miglior giocatore.

 

 

Cimini David

Print Friendly, PDF & Email