B F – Davvero pochi problemi per l’An Brescia

Pallanuoto Treviglio – An Brescia 4 – 11

TREVIGLIO: Rota, Valentini, Zanetti, Paris 1, Madaschi, Trezzi, Di Lernia 2 (1 rig.), Murer 1, Ponti, Petralia, Rubini, Beretta, Albani. All. Malato

BRESCIA: Fanelli, Zanola, Chiesa, Facchinetti 1, Bovo Carola, Testa 2, Luci 1, Vitali M., Casali 6 (1 rig.), Bovo Corinne, Marchetti, Vitali C. 1, Sbruzzi. All. Calderara

Parziali: 1-4, 2-2, 1-4, 0-1
Arbitro: Di Peso
Note: Zanola (Brescia) uscita per limite di falli nel terzo tempo

Davvero pochi problemi, per l’An Brescia femminile, nel terzo turno del girone 1 di serie B: in casa della Pallanuoto Treviglio, il sette di Edvin Calderara passa per 11 a 4 dopo essere stato sempre avanti nel punteggio e con solo alcune sviste a “sporcare” una prova che conferma la determinazione, e la voglia di crescere, di un gruppo dall’età media molto bassa (decisamente positivo il debutto in prima squadra di Corinne Bovo, classe 2005). Come anticipato, il risultato avrebbe potuto essere più rotondo, se non che, qualche disattenzione difensiva ha regalato alcune espulsioni che hanno permesso al Treviglio di contenere il divario: nella seconda metà della seconda frazione, le padrone di casa, riescono ad arrivare al meno due (3 a 5), ma poi Casali e compagne chiudono i conti con il parziale di 4 a 0 siglato tra la fine sempre del secondo quarto e la fine del terzo. Dunque, leonesse saldamente in testa alla classifica, in attesa dello scontro al vertice, a Milano, contro la Canottieri.

«Per intensità di ritmo, volume di gioco e concretezza in attacco – commenta coach Calderara -, la prestazione è stata buona, sono soddisfatto. In alcuni momenti, per ingenuità, abbiamo concesso delle espulsioni sul perimetro, questa è l’unica nota negativa, anche se poi è vero che, una volta in inferiorità, ce la siamo cavata. Però dobbiamo lavorare su questi aspetti perché non ci si può esporre in maniera così semplice, gli avversari se le devono guadagnare le espulsioni. Al di là di questo, molto bene Corinne Bovo, a suo agio tra le senior, e davvero importanti le parate di Fanelli nelle tre controfughe portate da Treviglio in chiusura di match».

 

 

Ufficio Stampa AN Brescia

Print Friendly, PDF & Email