B M – Piacenza PN: il dado è tratto

Serie B – Girone 1

Lerici S. 1954 – Piacenza PN 2018 15-11 (5-2) (5-3) (2-3) (3-3)

Lerici S. 1954: Cavo, Sommovigo, Gambacorta (4), Telara, Zaric (1), Guenna, Virdis (2), Durno, Gardella, Bonomo (6), Prian (2), Avvenente, Telesca. Allenatore: Sellaroli Andrea.

Piacenza PN 2018: Bernardi, Branca (2), Alessio (2),  Lamoure, Martini, Bianchi, Merlo, Fanzini (1), Cighetti (1), Zanolli, Zanetti (2), Pasotti (3), Pea.

Arbitro: Bernini M.

Alea iacta est. Il dado è tratto, la nuova avventura ha inizio. Di positivo segnaliamo che viadotti e gallerie della A15 non hanno dato segni di cedimento. Il tempo di un sorriso vedendo i nostri ragazzi impegnati nella neo conquistata categoria, ma dopo 13 secondi Bonomo insacca il primo gol Lericino gettando nello sconforto il nostro pubblico, seguito dopo 45 secondi dal raddoppio di Prian. 2-0 dopo un minuto, c’è da perderci la testa. Iniziano le prime timide manovre dei nostri che con diligente fatica tentano di scrollarsi di dosso il peso emotivo dell’esordio ma a 2’06” arriva un’altro gol di Prian con l’uomo in più. I Lericesi sembrano un tornado in un deposito di piume. E quando ci si aspetta la più classica delle Caporetto, il trillo del diavolo suona la carica nel petto dei nostri, che sappiamo, non mollano mai! Il primo timido tentativo è di Pasotti (buona gara la sua); il suo tiro, seppur fuori, è l’incipit che suona la sveglia. Sul rovesciamento Bernardi para e ugualmente viene poi parato un tiro di Merlo. Quando l’ingranaggio sembra essersi messo in moto a 4’39” Gambacorta tira una bomba che batte nella parte inferiore della traversa, rimbalza sull’acqua ed esce; l’arbitro non ha dubbi ad assegnare il quarto gol, ma noi che siamo di parte qualche dubbio l’abbiamo, per la legge di Murphy “Se qualcosa deve andar male, lo farà”. Dopo 14 secondi arriva finalmente la nostra occasione; Pasotti trasforma un rigore: 4-1 e finalmente si comincia. A 5’58” con l’uomo in più, Gambacorta si esibisce in una palombella da manuale, millimetrica e senza scampo. A1’42” dalla fine Zanolli serve a Fanzini la palla del 5-2. Prima della fine 2 legni per parte dimostrano che la gara è accesa e i nostri si sono ripresi. Il secondo tempo inizia con un doppio tentativo piacentino con uomo in più senza esito e sul cambio di fronte una parata di Bernardi seguito dal 6-2  in girata di Bonomo. Merlo e Alessio provano a segnare ma i loro tiri vengono parati. A 3’41” Zanetti tira la barba alla tigre e infila la terza rete dei Piacentini; nonostante il divario tecnico tra le due formazioni i nostri fanno il loro dovere. Segue un periodo molto concitato che sfocia in confusione. A 5’33” Prian viene espulso, nell’azione in seguito al fallo Alessio infila la quarta rete. A questo punto seguono due infortuni difensivi di Lamoure e Bernardi: 9-4. Alessio dalla destra segna il quinto gol, e a pochi secondi dalla fine il 10-5 arriva con un’altra palombella dell’implacabile Gambacorta. Nel terzo tempo con un uomo in più, Cighetti al volo timbra il sesto gol. Bernardi e Zanolli arginano gli attacchi Lericini ma a 3’18” Bonomo segna l’undicesimo gol avversario. Poco dopo Pasotti ci regala il gol numero 7 seguito a breve dall’ottavo di Branca. Non approfittiamo dell’uomo in più, cosa che invece riesce a Gambacorta. Un paio di parate di Bernardi limitano il passivo: 12-8. All’inizio del quarto tempo Alessio serve per Branca che fa 12-9. Il tredicesimo gol dei Lericini arriva con un tiro da lontano di Zaric. Le squadre sono stanche, più tonici i piacentini, più appagati i Lericini. Pasotti segna il 10 e dopo un paio di occasioni mancate segna ancora Bonomo per il 14-10. Da una palla persa a metà vasca scaturisce il quindicesimo gol Lericino prima dell’ultimo gol Piacentino di Zanetti. Il risultato non è mai stato in discussione ma i nostri ragazzi hanno reagito e a tratti tenuto testa ad un’ottima formazione.

Il CT Fresia dice: “È stato un esordio difiicile contro una candidata per la promozione, dopo un inizio timoroso abbiamo dimostrato la nostra freschezza, sono soddisfatto della prestazione.

 

Piacenza PN

Print Friendly, PDF & Email