A1 M – E’ tabù il fattore trasferta per il Bogliasco Bene

Resta tabù il fattore trasferta per il Bogliasco Bene. Nella vasca della Florentia i ragazzi di Daniele Magalotti cedono 12-9 ai toscani, al termine di un incontro che li ha sempre visti inseguire l’avversario.
Sotto 3-1 alla prima sirena e 7-3 alla seconda, i levantini hanno provato a risalire la china nel terzo parziale dimezzando lo svantaggio grazie alla doppietta di Fracas e al centro di Ravina. Lo sforzo profuso è stato però pagato in termini di fatica nel quarto conclusivo, quando i toscani hanno nuovamente preso il largo vanificando i tentativi di rimonta del Bogliasco.

“Non era la partita della vita ma resta una piccola occasione persa per fare punti su un campo sicuramente difficile ma certamente alla nostra portata. Abbiamo dimostrato di essere in netto miglioramento nelle azioni in superiorità numerica sia in attacco che in difesa. Purtroppo però oggi siamo stati puniti nelle occasioni gol a uomini pari dove abbiamo commesso errori banali che non possiamo permetterci di ripetere”.

RN FLORENTIA-BOGLIASCO BENE 12-9

RN FLORENTIA: Cicali, Generini 1, Eskert 1, Coppoli 3 (1 rig.), Turchini, Bini, Turchini, Dani 1, Razzi 1, Tomasic 2, Astarita 3, Di Fulvio, Maurizi. All. Tofani

BOGLIASCO BENE: Prian, Guidi, Di Somma 3, Fracas 3, Ferrero, Ravina 2, Gambacorta, Monari 1, Guidaldi, Guidi, Puccio, Lanzoni, Di Donna. All. Magalotti

Arbitri: Ricciotti e Pascucci
Parziali 3-1, 4-2, 1-3, 4-3
Superiorità numeriche: RN Florentia 5/12 + un rigore e Bogliasco Bene 8/15 + un rigore parato da Cicali (tiro di Lanzoni). Usciti per limite di falli Generini (F) e Di Fulvio (F) nel quarto tempo. Espulso per proteste Magalotti, allenatore Bogliasco, nel quarto tempo. Spettatori 250 circa

 

Bogliasco 1951

Print Friendly, PDF & Email