A2 M – La Famila Muri Antichi alza l’asticella

LA FAMILA MURI ANTICHI DEI RECORD PENSA AL FUTURO. SPINNICCHIA: “PROVEREMO AD ALZARE L’ASTICELLA”

Archiviato l’anno dei record in casa Famila Muri Antichi si traccia un bilancio di quest’anno concluso in crescendo e culminato con un settimo posto più che meritato per la squadra del presidente Luigi Spinnicchia. Inizio zoppicante, tanti ostacoli da superare, ma il cuore dei ragazzi di mister Giovanni Puliafito è stato più forte di tutto, permettendo ai Muri Antichi di acquisire quella maturità e consapevolezza che negli anni passati, forse, non era ancora emersa. Luigi Spinnicchia ci racconta a tutto tondo le emozioni vissute durante l’ultima stagione, passando dalla prima squadra senza dimenticare le giovanili e i progetti futuri.

Presidente Spinnicchia si conclude l’anno dei record con un settimo posto impensabile da pronosticare dopo le prime giornate di campionato… “Archiviamo un’eccellente stagione culminata con il record dei punti. L’unica nota stonata di quest’anno è stata l’assenza forzata di mister Mauro Maugeri che ci ha comunque sempre supportato e aiutato”.

Nuovi acquisti azzeccati, vecchia guardia che si conferma e giovani che si sono messi in mostra. Tutto ha girato alla grande… “Abbiamo avuto la fortuna di godere delle prestazioni di due grandi giocatori come Jurisic, uno dei migliori portieri del torneo e Mulcahy, capocannoniere “virtuale” del campionato. Stagione della rinascita dei senatori Scirè, Indelicato e lo stesso Cassone, seppur impiegato con il contagocce causa problemi fisici, hanno disputato gare di assoluto livello. Stagione in crescendo per Scebba e Paratore, che hanno dato solidità alla squadra. È stata anche la stagione della consacrazione per Muscuso e Reina senza dimenticare le note liete dei nuovi arrivi Vinci e Castagna, che hanno dato un ottimo contributo. I nostri giovani Belfiore, Gangi e Cassarino hanno avuto la possibilità di mettersi in mostra e infine l’inserimento di Impellizzeri e Lombardi, che si sono subito distinti totalizzando un buon minutaggio e andando pure in gol”.

Per la prossima stagione, dopo la scalata al record, si riparte dalla certezza Giovanni Puliafito? “Non conoscevo personalmente Giovanni Puliafito, anche se la sua fama lo precedeva. Ha avuto un grande piglio, ha inquadrato la situazione trovando subito le contromisure e le giuste motivazioni. Grande lavoro oscuro, ma non troppo, di Fabio Rodo nella preparazione atletica e natatoria. Senza dubbio ripartiamo da questa coppia per continuare a fare bene”.

Quali sono i progetti per la prossima stagione? “Il nostro DS Antonio Bellecci, vera anima della società,  sta sondando il mercato italiano ed estero con competenza e massimo impegno e grazie a queste sue doti non ha mai fallito un colpo. Vogliamo provare ad alzare l’asticella, quindi divertirci e stupire. Si riparte senza Jurisic, Mulcahy e Cassarino che ci saluta per motivi di studio. Ci hanno chiesto di essere meno impegnati Scirè e Indelicato, che faranno comunque parte del roster. Da valutare le condizioni fisiche di Cassone, dopo un anno difficoltoso”.

Anche a livello giovanile sono arrivate delle soddisfazioni… “Abbiamo raggiunto alcuni obiettivi ma altri sono stati soltanto sfiorati. Nonostante potesse andar meglio è pur vero che negli ultimi 2 anni abbiamo registrato ben 7 esordi in serie A grazie al lavoro del professor Scorza. Vantiamo uno staff di assoluto livello, uno dei più completi d’Italia, che ci porterà presto al raggiungimento dei traguardi auspicati. Con la pazienza e i passi giusti miglioreremo sempre di più, consapevoli del fatto che in 21 anni di storia abbiamo sempre presentato progetti giovanili solidi e duraturi”.

La Nuoto Catania ha fatto il grande salto. È la vittoria di tutto il movimento? “La Nuoto Catania torna nel rango che le compete. Salutiamo con favore questa promozione, logica conseguenza del grande movimento della nostra città. Molti dei ragazzi che hanno contribuito a questo traguardo sono passati dai Muri Antichi e questo ci inorgoglisce. Come dimenticare che i 4 figli del presidente e del vice attuali  siano nati pallanotisticamente ai Muri, tra tutti Giorgio Torrisi, indiscusso artefice di questa impresa. Nonostante a volte ci siano state piccole incomprensioni, troppi sono i legami, anche personali, tra queste due storiche società, per non condividere la gioia di questo grande risultato”.

Si sente di ringraziare qualcuno in particolare dopo questa annata da ricordare? “Grazie ai ragazzi che non hanno avuto paura dopo un inizio difficile, con Andrea Scirè in rappresentanza di tutti. Grazie al lavoro di Giovanni Puliafito e a tutto lo staff, che insieme ad Antonio Bellecci hanno reso quest’anno più che positivo. Grazie ai nostri amici sponsor che ci consentono con il loro aiuto di poter continuare ad essere protagonisti. Grazie infine alla famiglia Abate che da 15 anni ha sposato il nostro progetto, in paricolar modo con il marchio Famila”.

 

Ufficio Stampa Famila Muri Antichi Catania

Davide Caltabiano

Print Friendly, PDF & Email