C M – Libertas Roma Eur – Casetta Bianca 15-5

IL MATTATORE….

Libertas Roma Eur / Casetta Bianca P.N. 15-5 (3-2) (3-1) (2-2) (7-0)

Libertas Roma Eur: Di Giulio, Scassellati (2), Carrer (1), Palomba (3), Di Martino (2), Cipollone, Cimini (1), Procopio cap.(1), Todini (5), Marongiu, Salvatori, Mauro, Petrini. All.Lucchini Luca

Non tragga in inganno il risultato, fino a che la condizione fisica ha sorretto gli atleti del Casetta Bianca, questi, hanno retto l’urto dell’attacco eurino ma nel quarto tempo venute meno le forze, la Libertas ha straripato senza più incontrare resistenza.  Il punteggio nel complesso è sempre stato in mano alla Libertas che però si concedeva dei break pericolosi che potevano rimettere in gioco il risultato. Una squadra decisamente solida quest’anno, merito dei nuovi innesti che contribuiscono a dare continuità nel gioco e fiato all’intera rosa e garantendo quelle variabili che lo scorso anno avevano difettato. Mattatore di giornata….non il Vittorio nazionale ma di nome Federico che si avvia ad essere il leader indiscusso e il terminale offensivo della squadra. Il dottor Todini ha nelle mani la dinamite e quando opera diventa davvero chirurgico.

Il primo gol lo realizza proprio lui il “Dottore” riprendendo un pallone vagante e con una rasoiata infilava il portiere alla sua sinistra….di seguito, Di Martino si concedeva la soddisfazione per il secondo gol di squadra e festeggiando con merito il suo compleanno ( saranno due le marcature per lui a fine giornata). La terza marcatura era opera sempre di Todini che riprendeva lestamente un tiro di Carrer finito sulla traversa, ribadendo in rete da posizione comoda. Cimini, Scassellati e Palomba prima dell’intervallo lungo, scavavano un solco decisivo nel risultato (6 a 3), parzialmente attenuato da una rete del Casetta Bianca.

Il terzo quarto è stato decisamente più equilibrato, merito del Casetta Bianca che ha cercato in ogni modo di rientrare in partita, ma un attento Di Giulio e una difesa ineccepibile rintuzzavano i loro tentativi. Todini di nuovo lui, ribadiva in rete una corta respinta del portiere su tiro di Cimini, servendolo comodamente per una rete facile facile e, Scassellati (anche per lui doppietta a fine giornata), in contropiede solitario scavalcava, l’incolpevole estremo difensore avversario, con un delizioso pallonetto.

Ultimo quarto si assiste allo show della Libertas e forse anche al più bel gol della giornata…. Palomba nel guadagnare lo spazio e metri in fase offensiva attirava su di se due difensori avversari e con astuzia e precisione serviva un delizioso pallone sulla mano protesa di Todini, il quale, senza esitare scagliava un missile che neanche al centro spaziale di Cape Canaveral hanno mai visto…..gol numero 9. In successione, Palomba spinge il pallone caduto sulla linea dopo un tiro di Carrer terminato sulla traversa per la rete numero 10…..Procopio fa l’undici, Palomba in contropiede solitario tenta di imitare il mattatore di giornata e marca il gol numero 12 ma oggi non è giornata…Todini fa’ cinquina e gol numero 13, chiudono Di Martino e Carrer che festeggia finalmente e meritatamente la sua marcatura dopo due traverse colpite nei tempi precedenti. Per un Todini da otto c’e’ una squadra da sette più….continuare così è d’obbligo e non mollare mai dovrà costituire la nostra forza. Ultima annotazione, da registrare un marcato nervosismo da parte dei giocatori del Casetta Bianca; davvero incomprensibile capirne le ragioni soprattutto alla luce di un risultato giusto ( magari troppo ampio questo si) e di un arbitraggio che ha visto quello che doveva vedere e dirigendo l’incontro in maniera ineccepibile. Il quinto tempo è questione solo e unicamente di sportività ed educazione, la mano si tende sempre e comunque all’avversario perché ribadiamolo nello sport nulla è questione di vita o di morte figuriamoci una partita di Serie C.

Prossimo incontro..Roma Waterpoolo (causa spostamento del match con il Campus) pertanto ci si rivede tra 15 giorni….Forza ragazzi…forza Libertas.

 

Cimini David

Print Friendly, PDF & Email