C M – Pallanuoto Treviglio – Everest Piacenza Pallanuoto 11-17

Pallanuoto Treviglio  – Everest Piacenza Pallanuoto  11-17  (4-5) (2-3) (2-5) (3-4)

Treviglio: Ferrari, Oliva 2, Treves 3, Redaelli 2, Capitanio 1, Campagnoli, Bosco 1, Ferlita, Maffeis 1, Blandini, Tosone 1, Barbati, Manenti. All. Colombo

Piacenza : Bernardi, Nani, Alessio 5, Lamoure, Martini, Bianchi, Merlo 5, Fanzini 2, Cighetti 2, Zanolli 2, Mastrogiovanni, Maglione 1, Paradiso. All. Fabio Fresia

Sup Num : Treviglio 5/8 Piacenza  5/9
Rigori: Treviglio 1/1  Piacenza 3/3

Arbitro Nicoletta

Il Piacenza supera agevolmente la difficilissima trasferta di Treviglio e, grazie anche alla sconfitta del Busto, si lascia a sei punti di lunghezza la più immediata inseguitrice che è l’Aquatica di Torino.  Partita vinta giocando ordinatamente contro un avversario che mai si è arreso ed ha sempre dimostrato di voler stare in partita rincorrendo costantemente gli ospiti.

Gli orobici, pur andando a segno 11 volte, hanno avuto maggior difficoltà in avanti, dove frequentemente sono arrivati al limite dei 30 secondi senza concludere e riuscendo fondamentalmente a realizzare con giocate singole o in superiorità, oltre ad un rigore.

Il settebello piacentino ha comunque sempre condotto il risultato a suo favore, vincendo tutti i parziali e trovando in alcuni dei suoi uomini di punta le soluzioni più opportune, anche se nel complesso la lunghissima panchina a disposizione di Fresia ha permesso al tecnico piacentino di avere sempre in vasca atleti freschi e ben motivati.

Nel primo tempo il gioco è molto spezzettato e sono addirittura nove le reti realizzate da due squadre abbastanza statiche in grado di sfruttare a proprio favore le opportunità create.

Si inizia con i piacentini che dopo 12 secondi trovano con Alessio, uno dei mattatori della serata, la prima fulminea rete con un tiro da lontano. E’ancora il mancino di Piacenza al termine di una riuscitissima azione in superiorità a riportare a due le lunghezze di vantaggio, dopo tre minuti di gioco arriva la rete di Oliva che approfitta di una indecisione difensiva piacentina. Dopo soli sei secondi Merlo realizza con una rovesciata, ma Maffeis in superiorità e Oliva con tiro da lontano portano sul tre a tre il risultato. Mancano ancora due minuti alle fine del primo tempo, Fanzini conquista un rigore che Cighetti realizza, Nuova superiorità numerica a favore dei padroni di casa che con Redaelli riagguanta il pareggio. A pochi secondi dalla fine di questa avvincente prima frazione di gioco Zanolli realizza in superiorità al termine di una bellissima azione corale dei piacentini.

All’ inizio del secondo tempo il Treviglio riesce ad agguantare il pari con un tiro angolatissimo di Bosco; ma sarà l’ultima volta che i padroni di casa trovano il pari, perché due spettacolari e consecutive rovesciate dal centro di Fanzini, ottimamente servito, permettono al settebello piacentino di portarsi nuovamente a più due.

Trebez, in superiorità numerica, accorcia, ma è ancora Alessio con una giocata veloce in superiorità a portare a più due i suoi a metà gara.

Nel terzo tempo il Piacenza piega la resistenza degli orobici e dopo tre minuti di gioco Cighetti realizza una bella rete con un tiro radente l’acqua e subito dopo l’altro mattatore della serata, il capitano Merlo, in superiorità trovandosi solo non fatica a realizzare.

Come detto il Treviglio però non si arrende e Bosco in superiorità realizza.

Mancano due minuti alla fine del tempo e Maglione in superiorità realizza con un tiro da lontano angolato riporta i suoi a più quattro. Nuova rete dei padroni di casa su rigore, ma Alessio risponde in superiorità e subito dopo realizza un’altra rete da lontano.

Con 5 reti di vantaggio inizia il quarto tempo. Trebez realizza ma Zanolli risponde prontamente e subito dopo Fanzini conquista un rigore trasformato da Merlo. Mancano poco più quattro minuti alla fine della partita e il Piacenza deve gestire i sei gol di vantaggio. Ci riuscirà senza grossi problemi grazie a 2 reti di Merlo, una a tu per tu con il portiere e una su rigore, mentre le reti di Tosone e Redaelli serviranno unicamente ad addolcire il risultato finale.

Sabato prossimo partitissima a Lodi contro la prima in classifica che ha tre punti in più del Piacenza e che ha faticato un poco nella vasca di Cremona vincendo “soltanto” 8 a 5 contro il fanalino di coda di questa lunga classifica.

 

Gian Biagio Cighetti
Everest Piacenza Pallanuoto

Print Friendly, PDF & Email